La carbonara DOLCE è il dessert gourmet che ti svolterà il weekend

·2 minuto per la lettura
Photo credit: msheldrake - Getty Images
Photo credit: msheldrake - Getty Images

From Esquire

Carbonara, carbonara: la pasta più famosa d'Italia non smette di stupirci. Ma anche di farci arrabbiare: ogni volta che vediamo un'interpretazione poco ortodossa, come la carbonara con la pancetta o peggio ancora la carbonara con la panna. Ci spazientiamo però anche quando proviamo a farla a casa, questa ricetta in apparenza così facile perché composta da pochi ingredienti. Il trucco per fare la vera carbonara lo abbiamo rivelato nella nostra ricetta, qui parliamo di altro.

Parliamo di elaborazioni gourmet, ma elaborazioni estreme: come la carbonara di pesce? Di più. Come la carbonara senza pasta? Ancora di più. La domanda che ci facciamo è: può la carbonara mutare non solo forma, ma anche collocazione, e diventare un dolce? E la risposta, ovviamente, è che si può fare tutto: basta saperlo fare, e agire con rispetto e attenzione. Ecco a voi la mattonella di carbonara, ovvero una torta semidolce, o dessert gastronomico che dir si voglia. Gli ingredienti sono quasi gli stessi: farina, uova, guanciale. Ma il risultato è incredibile.

Photo credit: Yagi Studio - Getty Images
Photo credit: Yagi Studio - Getty Images

Partiamo dalla realizzazione di una pasta genoise, che può essere anche sostituita dal pan di Spagna. Uova sbattute con lo zucchero, e poi farina mescolata delicatamente. Stendiamo il composto in una teglia larga o direttamente su carta forno e cuociamo a 160 gradi per un quarto d'ora, sforniamo e facciamo raffreddare. Prepariamo poi una crema con tuorli, latte, un po' di farina e un pizzico di sale: come la ricetta della crema pasticciera ma senza zucchero. Quando la crema si sarà addensata aggiungiamo la colla di pesce ammollata e strizzata, così che diventi di quella consistenza tipica delle creme da dessert.

Infine ritagliamo le mattonelle e componiamole con uno strato di pan di Spagna, uno di crema, uno di guanciale e infine di nuovo il pan di Spagna. Mettiamo in freezer per un paio di ore minimo; al momento di servire tostiamo alcune fette sottili di guanciale al forno o in padella. Il contrasto tra il dolce e il salato, ma anche tra il caldo e il freddo, sarà sbalorditivo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli