La dieta dissociata: le regole

dieta dissociata: come seguirla
dieta dissociata: come seguirla

Se conosci la dieta dissociata, sai che è un regime alimentare che separa carboidrati e proteine ed è molto efficace per chi vuole perdere peso. Tuttavia, prima di intraprenderla, è importante informarsi sul suo funzionamento, sui benefici e le eventuali controindicazioni, perché non siamo tutti uguali. La dieta dissociata, o dieta di Hay dal nome del medico che l’ha ideata nei primi del ‘900, presenta numerosi benefici non solo per chi vuole perdere peso, ma anche per accelerare il metabolismo. Scopriamo i dettagli di questa dieta, e soprattutto quando è consigliata.

Tutte le regole della dieta dissociata: quando è consigliata?

Non si possono assumere durante lo stesso pasto gli alimenti alcalini, cioè i carboidrati – pasta e pane – o gli amidi contenuti nelle patate e gli alimenti acidi come proteine che si trovano in carne, pesce, uova e formaggi.

Non bisogna assumere caffeina e alcool. E’ preferibile bere solo acqua durante la dieta.

Mai bere troppi liquidi prima e durante i pasti, perché potrebbero rallentare la digestione.

Vanno rispettati 5 pasti durante la giornata: colazione, spuntino a metà mattina a base di frutta o frutta secca, pranzo, merenda a base di frutta o frutta secca a metà pomeriggio e cena, per dare al tuo corpo l’energia di cui ha bisogno durante il giorno.

L’ultimo pasto andrebbe consumato alle 19, in modo da consentire una corretta digestione dei cibi.

I 5 gruppi alimentari della dieta dissociata

CARBOIDRATI: riso, mais, farina, pasta, fagioli, ceci, fagioli, lenticchie, fave e soia.

FRUTTI: arance, mandarini, limoni, kiwi, ananas, more, uva, anguria, banane, fragole e mele.

GRASSI: olio d’oliva, olio di girasole, nocciole, nove, cioccolato, uva passa.

PROTEINE: carne, pesce, frutti di mare, latticini, formaggi e uova.

VERDURE: lattuga, spinaci, cavolfiori, zucchine, peperoni, asparagi, carote, cetrioli, cipolle, bietole, porri e sedano.

Le regole della dieta dissociata: i tempi specifici

Dieta dissociata ad ogni pasto: La dieta consiste nel dividere i cibi ad ogni pasto in base ai gruppi di appartenenza. Questo regime alimentare andrebbe seguito massimo per due mesi.

Dieta dissociata ogni giorno: Ogni giorno si mangia solo cibi provenienti da un gruppo, ad esempio, un giorno solo frutta, o carboidrati, ecc.

Dieta dissociata per periodi di tempo specifici: 90 giorni o 6 mesi

La dieta dissociata è indicata per chi vuole perdere peso, per disintossicare l’organismo e accelerare il processo digestive. Non è consigliata per lunghi periodi, per non incorrere in squilibri nutrizionali.

Inoltre, questo tipo di dieta è sconsigliata a chi ha problemi di cellulite e a chi soffre di diabete, perché c’è una concentrazione di carboidrati che favorisce l’accumulo di grassi e l’aumento di l’insulina.

Leggi anche:

Come rimettersi in forma dopo le vacanze

Dieta chetogenica: di cosa si tratta, menù, benefici e controindicazioni