La maestra no-mask di Mestre torna in classe e i genitori portano via i figli

Ilaria Betti
·.
·1 minuto per la lettura
(Photo: Tribuna di Treviso)
(Photo: Tribuna di Treviso)

L’insegnante no-mask Sabrina Pattarello si è ripresentata a scuola nonostante le rassicurazioni che sarebbe stata sospesa, causando la rivolta dei genitori. Come riporta la Tribuna di Treviso, papà e mamme hanno protestato di fronte alla scuola elementare Giovanni XXIII di Treviso: si sono dati appuntamento alle 13 per prendere i figli prima della fine delle lezioni.

L’insegnante era entrata alle 8 nella struttura dove insegna ancora, senza mascherina, ma protetta da una visiera. La maestra era stata oggetto qualche settimana fa di un provvedimento disciplinare ed era stata sospesa da scuola. Le motivazioni? Il diffondere delle teorie negazioniste sul Covid ai suoi alunni e il mancato uso della mascherina in classe. La Pattarello, tramite un certificato medico, aveva fatto presente alla scuola di non poter indossare la mascherina per problemi respiratori. L’insegnante aveva deciso di non mettere nemmeno altri dispositivi di protezione forniti dalla scuola. Da qui il provvedimento disciplinare e la sospensione.

Leggi anche...

Maestra d'asilo no-mask licenziata: "Ho dimostrato che le mascherine provocano danni"

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.