La magia dei reali del Bhutan

Di Redazione Gente
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Il sovrano Jigme Khesar e la consorte Jetsun
Photo credit: Il sovrano Jigme Khesar e la consorte Jetsun

From ELLE

La primavera in Bhutan scoppia all’improvviso, disvelando incredibili e benauguranti sfumature di rosa. I protagonisti di questo set naturale, ornato da fiori di pesco, sono i membri della famiglia reale più ammirata del globo, quella dei Wangchuck, i cui esponenti si succedono sul trono della capitale Thimphu dal 1907. Ecco ritratti il re drago - appellativo di tutti i sovrani della monarchia himalayana - Jigme Khesar Namgyel Wangchuck, la sua consorte, la bellissima Jetsun, 30 anni, la regina più giovane del mondo, e i loro splendidi figli, l’erede al trono Jigme Namgyel, 5, e Jigme Ugyen, che ha appena compiuto un anno.

Photo credit: Jetsun
Photo credit: Jetsun

Proprio per festeggiare il principino la royal family orientale ha diramato gli scatti poetici e teneri che vedete in questo articolo. Scatti che ancora una volta - come sempre capita quando si parla di questi reali che vivono in un mondo fiabesco - hanno fatto subito il giro del mondo. Invidiabile davvero, la famiglia reale del Bhutan, e popolarissima anche per la bella storia d’amore dei due genitori che ha conquistato i cuori dei sudditi. Jigme Khesar e Jetsun hanno dieci anni di differenza. Lei non è di stirpe nobile, il padre era pilota di aerei, benché la sua famiglia vanti alti esponenti nell’apparato del Paese. Dunque, quando si incontrarono la prima volta, a un picnic, Jetsun era solo una bambina e il giovane principe stava partendo alla volta di Regno Unito e Stati Uniti per terminare gli studi e la formazione. Lui fece però una promessa a quella bimba che lo guardava con occhioni incantati: "Quando sarai grande ti sposerò".

Photo credit: Jigme Khesar
Photo credit: Jigme Khesar

E così è avvenuto, nel 2011, quando lui era già re, essendo succeduto a suo padre nel 2006. Jigme l’avrebbe sposato anche prima quel fiore di nome Jetsun. Ma fu lei, nel 2006, a partire per il mondo e a promettergli: "Quando tornerò, ci fidanzeremo". Lui ha aspettato la donna della promessa e rinunciato, poco prima di pronunciare il “sì”, alla prerogativa della poligamia, mettendo bene in chiaro che il suo cuore sarebbe appartenuto a Jetsun, e a lei soltanto. La coppia che ha saputo attendersi oggi ha formato una famiglia da fiaba. Che incanta il popolo del Bhutan e noi tutti in un giardino che sembra l’Eden.

Photo credit: Jetsun
Photo credit: Jetsun

Testo di Francesco Vicario

Tutte le foto sono state pubblicate da Gente