La Nuova 500 elettrica è un colpo di fulmine

Di Redazione
·4 minuto per la lettura
Photo credit: alessandro altavilla
Photo credit: alessandro altavilla

From Esquire

Travolti da insolita passione, siamo pronti a dichiarare l’inconfessabile. In questa cronaca non ci sforzeremo di essere imparziali. Con la Nuova 500 elettrica, presentata il 22 ottobre alla pinacoteca Agnelli del Lingotto di Torino, si è trattato di amore a prima vista. La nostra quattro ruote dei sogni ormai è lei, la svolta elettrica di Fiat Chrysler Automobiles, e questo è il resoconto di una felice infatuazione.

Anche se, a supportare le ragioni del cuore, abbiamo il conforto di altre robuste motivazioni. Sei ragioni molto oggettive (+ una) per spiegare come anche un colpo di fulmine possa sfociare nella solida ragionevolezza di una passione motivata. La Nuova 500 dunque ci piace perché:

Photo credit: alessandro altavilla
Photo credit: alessandro altavilla

1) È tutta diversa ma è rimasta se stessa

Disponibile in tre modelli, Berlina, Cabrio e 3+1, ha mantenuto Dna e fascino della gloriosa 500 da 63 anni icona dell’auto italiana, con lo stesso piacere per guida e design ma ora a zero emissioni. Premessa indispensabile, le caratteristiche del motore: con una potenza di 87 kW, pari a 118 cavalli, consente la velocità massima di 150 km/h (autolimitata) e una accelerazione da 0-100 km/h in 9 secondi. Con due ranger di autonomia: uno garantisce più di 180Km con ciclo WLTP, che superano i 240 nell’uso urbano; l’altro fino a 320 Km WLTP, che nell’uso urbano diventano 460.

Tra le novità c’è che la batteria è diventata più spaziosa. Con un pianale completamente ridisegnato in funzione dell’elettricità, la capienza del baule è rimasta invariata ma l’abitabilità si è accresciuta. Altre chicche: superaccessoriata, vanta un cruscotto pulito con meno pulsanti che mai, e il volante tornato a due razze. E poi un dettaglio di stile che da solo dice tutta una filosofia: la sigla 500 con l’ultimo zero trasformato nella E che, elettrica, l’ha resa gioiello.

2) “Apre” a ogni necessità

Tutto merito della 3+1, “la Prima” Opening Edition, che aggiungendosi a cabriolet e berlina, introduce la variante di una terza porta che apre controvento dal lato passeggero, per la gioia delle working mum e di tutti i dad incaricati del trasporto figli. Proprio come nella 500 classe 1957 dalle mitiche porte incernierate nella parte posteriore, già smart all’epoca senza neanche darsi troppa importanza.

Photo credit: alessandro altavilla
Photo credit: alessandro altavilla

3) Ama i dettagli (e l’interior design)

Qualche esempio. I sedili, cruscotto e volante in eco-pelle e in Seaqual, una fibra derivata dalla plastica, parte della quale raccolta negli oceani, o i tappetini in fibra riciclata. Oppure i colori, nuovi non solo nei nomi, come Ocean Green, Mineral Gray, Celestial Blue e, il più speciale di tutti, l’Earth Grey, un bronzo micalizzato che interagendo con la luce si accende di pagliuzze light blue. Senza contare i contributi di Bulgari, Armani e Kartell per i curatissimi interni delle edizioni speciali.

4) Ti fa sentire a casa

Sulla Nuova 500 si trovano tutti i sistemi demotici che semplificano la vita dentro casa, dall’hotspot WiFi, con cui è possibile collegarsi anche con otto dispositivi contemporaneamente, al servizio vocale Alexa. Fino a oggi servizi impensabili su una vettura del segmento A.

5) Si può avere anche senza acquistarla

I listini partono 26.150 euro, ma con gli ecoincentivi si scende fino a un prezzo base di 19.950 euro, 15.900 con la rottamazione. Grazie a Leasys Miles però è possibile anche un "pay per use”, che consente di noleggiarla senza anticipo e pagare solo i chilometri percorsi. Il servizio LeasyGO! mette infatti a disposizione una flotta di 500 elettriche, al prezzo di un abbonamento annuale con un costo “una tantum” e una tariffa fissa mensile comprensiva di due ore di sharing.

Photo credit: alessandro altavilla
Photo credit: alessandro altavilla

6) Mette la potenza in musica

Il suo Avas, l’avviso acustico per i pedoni obbligatorio per i veicoli elettrici fino alla velocità fino a 20Km/h, trasforma in musica l’avvio del motore. Diffondendo una melodia di Nino Rota creata per il film Amarcord.

We need to go all-in

Nel video di lancio alla guida c’è DiCaprio che sorride e approva, ma quando in conferenza stampa si è mostrata al pubblico per la prima volta, la Nuova 500 è comparsa con una maxi mascherina calata sul muso. Eccezionale, e assolutamente normale, fantasiosa e capace di essere pratica. Cioè un oggetto da sogno, ma che assomiglia a noi. Eccolo l’ultimo motivo per cui vederla in pista adesso ce la fa piacere forse anche di più. «We need to go all-in», dice DiCaprio al termine della prova su strada: dobbiamo giocarci tutto. È il momento è appunto questo, è ora.