La nuova frontiera della moda: gli abiti fatti con i fermenti lattici vivi

Il body realizzato da Rosie Broadhead (Photo Credits: Karl Felix).

I benefici dei fermenti lattici vivi sono moltissimi, incluse proprietà antimicrobiche e la stimolazione del rinnovamento cellulare. Rosie Broadhead, laureata al Central Saint Martins, un collegio elettorale dell'università delle arti di Londra, ha deciso di sfruttare i vantaggi di questa qualità e farne utilizzo all’interno dei parametri dell’industria della moda.

VIDEO - Cosa è rimasto in frigo?

Il progetto chiamato Skin II è una collaborazione tra la designer emergente, Rosie Broadhead appunto, e il microbiologo Christopher Callewaert, che ha l’ambizione e l’obiettivo di usare ciò che è naturalmente sui nostri corpi per far funzionare meglio il nostro abbigliamento.

Rosie ha disegnato un capo di abbigliamento simile a un body che raccoglie i poteri della tecnologica probiotica e che potenzia l’esperienza di chi lo indossa, permettendo all’organismo di avere un rinforzo del sistema immunitario, quando attivato dal sudore, e una riduzione dell’odore del corpo, oltre che il già citato rinnovamento cellulare.

L'abbigliamento che sfrutta i benefici dei fermenti lattici vivi (Karl Felix).

I componenti probiotici sono stati integrati nelle fibre di tessuto naturali in aree strategiche che hanno una maggiore probabilità di espellere sudore, come ad esempio ascelle, la parte sotto le braccia, sotto il seno e i lati del torso.

Queste aree di tessuto vengono attivate quando vengono a contatto con l’umidità (il sudore) sulla pelle di chi indossa il capo. Questo permette ai batteri di dominare altri batteri meno benefici già presenti sulla pelle.

L'abbigliamento che sfrutta i benefici dei fermenti lattici vivi (Photo Credits: Karl Felix)

La stilista spera così di creare una nuova interazione tra tessuto e pelle utilizzando la tecnologia probiotica.

Come spiegato dalla stilista, la nostra pelle agisce come una difesa primaria contro i germi e ospita centinaia di milioni di microorganismi che lavorano per mantenerci sani e in forma. Tuttavia, la nostra compulsione alla pulizia e sterilità crea un ambiente difficile per molti di quegli organismi benefici di sopravvivere.

"Il bioma della nostra pelle viene modellato dall’ambiente naturale in cui viviamo, e quello che applichiamo sulla nostra pelle (o accanto ad essa) ha un impatto diretto sui nostri corpi”, ha spiegato Rosie. “I prodotti cosmetici e alcuni trattamenti sui tessuti dei capi di abbigliamento possono contenere elementi chimici tossici che sconvolgono la diversità di batteri che vive sulla nostra pelle.”

Con un’enfasi sull’abbigliamento funzionale, Rosie Broadhead dimostra i benefici dei fermenti lattici vivi e l’importanza del sostenere tali forme di vita.

Photo Credits: Karl Felix