La Primavera Estate 2021 di Celine dice addio al guardaroba borghese

Di Vito de Biasi
·1 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy Celine
Photo credit: Courtesy Celine

From Harper's BAZAAR

Bomber, shorts di denim, stivali di gomma e un cappellino da baseball. La sintesi estrema della sfilata di Celine, una collezione Primavera/Estate 2021 presentata fuori dal calendario, potrebbe essere questa: un addio al guardaroba parigino e alto-borghese sul quale la maison si fonda. Oppure un tentativo di immaginare il look di una ragazza ricca della Generazione Z, quella a cui bisogna puntare adesso.

Photo credit: Courtesy CELINE
Photo credit: Courtesy CELINE

L'idea di gioventù di Hedi Slimane in fondo non è diversa da quella degli altri: sneaker, stivaletti di gomma alla caviglia o al ginocchio, jeans, abiti corti, crop top di chiara derivazione sportiva e via dicendo. L'effetto interessante è nel contrasto tra questi elementi "di rottura", il cui simbolo principale è il berretto da baseball con una grossa C ricamata al centro, e i segnali costanti del guardaroba Celine, come la Sulky bag o i vestiti da sera luminosi.

Photo credit: Courtesy CELINE
Photo credit: Courtesy CELINE
Photo credit: Courtesy CELINE
Photo credit: Courtesy CELINE

L'ambivalenza tra rottura e continuità, che fonda il linguaggio stesso della moda stagione dopo stagione, qui è più evidente. Hedi Slimane mima l'atteggiamento sperimentale o iconoclasta dei giovani, che "osano" dei pantaloncini bianchi da boxeur con una giacca da smoking, il vestito laminato con una camicia a stampa tartan che ricorda il grunge.

Photo credit: Courtesy CELINE
Photo credit: Courtesy CELINE

Tra look alla Kate Moss a Glastonbury (come gli stivali da pioggia in gomma, che Kate chiamerebbe welly) e una sostanziale equivalenza tra guardaroba sportivo e guardaroba intimo, la Primavera/Estate 2021 di Celine potrebbe farsi ricordare come il punto di transizione tra quello che abbiamo visto finora da parte della maison e un capitolo tutto nuovo, dove a dettare le regole dello "chic", qualunque cosa ormai significhi, non sono più le donne di una volta.