La regina Elisabetta ha un piano per mettere fine alla guerra tra William e Harry

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Tim Graham - Getty Images
Photo credit: Tim Graham - Getty Images

From Marie Claire

La regina Elisabetta al ritiro e all'abdicazione non ci pensa proprio, anzi, la prospettiva del suo 95esimo compleanno, il 21 aprile, e a seguire i festeggiamenti per il centenario della nascita del principe Filippo, il 10 giugno, sembrano averla resa più attiva. Tanto attiva da voler rientrare a Buckingham Palace alla fine della primavera dopo mesi di reclusione cautelativa nel castello di Windsor insieme al marito, per riprendere a lavorare e per mettere in atto un progetto ambizioso: far riconciliare il principe William e il principe Harry. Un'impresa complicata? A quanto riferisce il Sunday Times, quest'anno la regina non è intenzionata a ridimensionare la parata Trooping The Colour che si tiene d'estate in occasione del suo compleanno, come invece è stato fatto l'anno scorso, fiduciosa che la vaccinazione a tappeto, alla quale si sono sottoposti anche lei e il principe Filippo, riporterà presto le cose alla normalità.

Per far riunire i due figli di lady Diana, la sovrana dello United Kingdom ha pensato a un espediente molto semplice: inviterà anche il principe Harry e Meghan Markle all'evento. Lo staff di palazzo ha già fatto sapere che i duchi di Sussex, che secondo molte voci sarebbero in attesa del secondogenito, saranno i benvenuti anche se non sono più membri senior della Corna, trattandosi anche di un evento familiare. Un nipote partecipa senza esitazione al 95esimo compleanno della nonna, e la regina fa leva su questo dovere affettivo per costringerlo a riavvicinarsi. Ma il work in progress per ricostruire la relazione è già iniziato. Durante le vacanze natalizie i due fratelli hanno messo da parte l'orgoglio e si sono scambiati diverse videochiamate di auguri. Inoltre, sempre dimostrando buona volontà, il principe William e Kate Middleton starebbero organizzando un viaggio privato per Los Angeles, non una visita ufficiale negli Usa ma solamente un volo per andare a trovare i Sussex di cui, se il livello di discrezione riuscirà a rimanere alto, forse non sapremo nulla fino al rientro.