La scuola può obbligare a far vaccinare il bambino?

·2 minuto per la lettura
vaccinare il bambino
vaccinare il bambino

Un asilo o una scuola possono obbligare a far vaccinare il bambino? Sì. Negli Stati Uniti, ad esempio, l’asilo nido, la scuola di tuo figlio può richiederti di fornire la prova che tuo figlio ha avuto certe malattie o è stato immunizzato contro di esse. Tutte le scuole elementari pubbliche richiedono una prova di vaccinazione per i bambini che entrano a scuola, e anche la maggior parte delle scuole private. Questi requisiti variano da stato a stato.

Ricorda che il tuo piccolo dovrebbe sottoporsi a tutte le vaccinazioni necessarie senza rimandare troppo, dato che sono di vitale importanza e prevengono gravi rischi.

Sono disponibili tre tipi di esenzioni ai vaccini:

  • Convinzioni filosofiche o personali, disponibili in 17 stati

  • Esenzioni religiose, disponibili in 47 stati

  • Esenzioni mediche – se un bambino ha avuto, per esempio, una reazione allergica a un componente del vaccino – disponibili in tutti gli stati

Vaccinare il bambino: cos’è un’esenzione filosofica?

La definizione di obiezione personale o filosofica varia da stato a stato, ma tipicamente i genitori devono scrivere una lettera o compilare un modulo, spiegando che hanno forti obiezioni filosofiche personali alla vaccinazione. Non a caso, gli stati che permettono queste esenzioni hanno tassi più alti di morbillo, varicella e pertosse.

La prova dell’immunizzazione è importante perché la maggior parte delle malattie che possono essere prevenute dai vaccini si trasmettono più facilmente quando i bambini si riuniscono. Alla fine degli anni ’70, gli infermieri scolastici e gli operatori sanitari pubblici si resero conto del potenziale di rapida diffusione delle malattie nelle scuole. Cercarono quindi vigorosamente leggi che richiedessero che i bambini fossero vaccinati prima di entrare a scuola.

Come risultato della pressione dei genitori e della comunità, un numero crescente di stati aveva iniziato a permettere esenzioni per motivi personali e filosofici. Tuttavia, ciò non significava che tutti gli asili o le scuole fossero obbligati ad accettare tutti i bambini. Un centro privato o una scuola possono rifiutare l’ingresso a un bambino non vaccinato.

Più recentemente, di fronte alle crescenti epidemie di pertosse e morbillo, alcuni stati hanno iniziato il processo di rendere più difficile ottenere esenzioni filosofiche. Ricorda che non è mai una buona idea preferire il virus vivo alla vaccinazione in sé, per cui presta attenzione al tuo bambino e soprattutto a chi ti circonda.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli