La sfilata Valentino a Parigi è un rendez-vous di codici all'insegna della risignificazione

·4 minuto per la lettura
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images

Il n'y a pas de hasard, il n'y a que des rendez-vous, scrisse il poeta surrealista francese Paul Éluard. Ovvero, "non esistono le casualità, esistono solo gli appuntamenti". Un appuntamento con la moda - atteso, voluto, desiderato - che oggi riparte proprio dal cuore di Parigi, dalle sue strade e dal Valentino Archive. La citazione poetica d'apertura è il fil rouge: i versi sono stati scelti dal direttore creativo della maison francese anche per gli inviti della sfilata, perché valessero come convocazione, richiamo ed esortazione ad assistere al grande spettacolo del #ValentinoRendezVous alla Paris Fashion Week. Il popolo di Valentino che si riappropria dei suoi spazi, della sua passerella come delle strade di Parigi, per proseguire il percorso di Pierpaolo Piccioli all'insegna della risignificazione dei segni e dell’estetica Valentino.

#ValentinoRendezVous tra le strade di Parigi

Una location scelta per portare in scena - anzi, in strada letteralmente - una collezione immaginata nello studio, realizzata in atelier e pronta per incontrare la gente vera. Per incontrare l’imperfezione dell’esistere che si mixa all'identità unica di chi la indossa. Caratteristica fondamentale della location è proprio la sua adiacenza alla strada: è nei dintorni del Carreau du Temple che la maison ha richiesto la collaborazione di quattro boutique dall'1 al 5 ottobre 2021. Ciascuna manterrà la propria identità, ma tutte procederanno nella stessa direzione: condividere la risignificazione di Valentino attraverso esperienze pop up. In tutto, saranno quattro: un salone di bellezza dove esperte make-up artist saranno a disposizione su appuntamento per far scoprire la Valentino Beauty Collection; un concept store (dove sarà disponibile la nuova felpa Valentino Vaccinated realizzata con UNICEF); una boutique dedicata all'iconica linea accessori Valentino Garavani Roman Stud; e un ulteriore spazio destinato al progetto Valentino Garavani Open for a Change, ovvero sneakers prodotte in modo responsabile e sostenibile.

#ValentinoRendezVous in passerella

La riaffermarzione del grande ritorno dei fashion show in presenza non passa solo per una semplice sfilata nel calendario moda Primavera Estate 2022 a Parigi. Pierpaolo Piccioli ci invita a rifocalizzare l'attenzione sull'animo conviviale dei grandi eventi: a fare da scenografia della sfilata a Le Carreau Du Temple sono infatti tanti piccoli punti di ritrovo, di chiacchiere e scambio. Perché il #ValentinoRendezVous possa restituirci (finalmente) ciò che per troppo a lungo ci è mancato: l'aria di vita, il sapore di libertà.

Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images

#ValentinoRendezVous sulle mura di Parigi

L'esperienza del #ValentinoRendezVous va ben oltre il semplice fashion show: la parata trionfante e multicolor, così pulsante di vita, è stata preceduta anche da altre attivazioni sperimentali in città. La maison ha utilizzato le proiezioni sulle mura di Parigi come segno (del passaggio) della propria identità. Tra tutte, emerge una foto che Pierpaolo Piccioli ha anche inserito in formato diapositiva all'interno dell'invito della sfilata: nel suo guardare al passato per celebrare l'archivio della casa di moda, Piccioli riporta in auge il glamour di un celebre abito bianco di Marisa Benson (ripresentato adesso con uno scatto che vede come protagonista Zendaya, nella stessa identica posizione). Un capo che appartiene a una tessitura stilistica in cui è dominante la ricerca di un nuovo significato.

Nella collezione Valentino nella sua totalità, si leggano invece varietà e abbondanza di colore come una metafora di esultanza e allegria, e che la fluidità dei capi e dei tagli sartoriali in collezione sia vista (anche) come un ulteriore rinforzo a sostegno della tesi per cui il #ValentinoRendezVous è unione, moltitudine. Fa sorridere, tra l'altro, che nel rendez-vous organizzato da Pierpaolo Piccioli sia proprio il colore viola a spiccare: bistrattato nei teatri per la sua valenza tutt'altro che fortunata, il viola si impone adesso con fermezza in questo fashion show dall'alta percezione scenica.

Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images

Tra i vestiti Valentino in passerella alla Paris Fashion Week spiccano i tubini cortissimi e minimali, che riportano alla memoria l'estetica (emancipata) degli Anni 60. Gli slip dress, dal profondo scollo a V, cadono fluttuanti verso il basso esprimendosi attraverso il plissè. E ancora, abiti in tulle trasparente ampi e voluminosi si lasciano inseguire dagli occhi curiosi in un voluttuoso gioco di vedo-non-vedo. Dal guardaroba maschile, concepito in chiave molto fluida, prenderemmo senz'altro in prestito cappe e giacche. La celebrazione del rendez-vous prosegue sulla scia degli altri colori, quali verde acido e fucsia. Grande predilezione è mostrata per gli abiti cut out e le stampe floreali.

Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images

Fortemente evocato è infine anche il concetto di “color blocking couture”, che il direttore creativo Pierpaolo Piccioli utilizza per raggiungere armonia cromatica attraverso l'accostamento di più colori tematici insieme. L'abbigliamento daily diventa così fonte di dialogo tra codici e linguaggi tesi alla contaminazione e allo scardinamento delle rigidità stilistiche. Dalla passerella alla strada, tutto si scardina, tutto guarda al passato trovando contemporaneamente una nuova ragion d'essere: è una nuova era, è un nuovo inzio. Magia del #ValentinoRendezVous.

Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Estrop - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Photo credit: Dominique Charriau - Getty Images
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli