La sottosegretaria alla Salute parla delle feste

·2 minuto per la lettura
Sandra Zampa
Sandra Zampa

Il Natale è sempre più vicino e il 3 dicembre verrà presentato il nuovo Dpcm di Giuseppe Conte, che ha lo scopo di dare delle regole importanti per affrontare le feste mantenendo la sicurezza ma senza perdere la magia. La sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ha voluto commentare le ipotesi su questo argomento.

Zampa sul coprifuoco

A Natale resterà sicuramente il coprifuoco delle ore 22” ha spiegato Sandra Zampa, con grande sicurezza. Il premier Conte pare abbia intenzione di mettere il coprifuoco alle 21 anche a Natale, ma potrebbe anche slittare di un’ora. Sicuramente non si potrà trascorrere la notte fuori di casa, neppure a Capodanno, perché sarebbe troppo rischioso ora che questa seconda ondata sembra essere leggermente più sotto controllo. Non bisogna abbassare la guardia neanche durante le feste, ma mantenere sempre un’atteggiamento serio e rispettoso anche in questo momento di festa. Questo, però, non significa perdere del tutto la magia che porta il Natale.

Zampa ha parlato anche della scuola, ribadendo il concetto che si tratta della “priorità delle priorità, proprio per questo non si possono fare aperture simboliche ma bisogna essere preparati“. “Non sono tanto i contagi in classe, ma tutto quello che si muove intorno alla scuola. Serve un piano di sicurezza. Si deve studiare poi un piano per far recuperare ai ragazzi quello che hanno perso fino ad ora, quindi prolungamento della scuola con vacanze più brevi” ha spiegato la sottosegretaria. Inoltre, ha ribadito la linea del Governo anche per quanto riguarda lo sci e l’ipotesi che gli italiani possano decidere di andare a sciare in Austria o Svizzera. “Gli italiani devono pensare che se vanno in zone che noi consideriamo rischio, devono fare quarantena e tampone. Io credo che sia giusto dire che noi non possiamo andare a sciare” ha spiegato Sandra Zampa.