La storia vera di Resta Con Me aka cos'è realmente successo a Tami Oldham e Richard Sharp

Di Roberta Cecchi
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From Cosmopolitan

Se non hai mai visto Resta Con Me è giunto il momento di riempire una ciotola di popcorn, indossare il tuo pigiama più comodo, metterti sul divano e gustarti questo film avvincente, romantico e commovente dove ti aspetta un saliscendi di emozioni. Ma qual è la storia vera dietro a questa pellicola? Te la raccontiamo subito.

Resta Con Me, la trama del film

Il film Resta Con Me (in streaming su Chili e Amazon Prime Video) è tratto da una storia vera e vede Shailene Woodley e Sam Claflin calarsi nei panni di Tami Oldham Ashcraft (la quale ha anche scritto il libro Resta Con Me) e Richard Sharp, due ragazzi amanti del mare e delle barche che decidono di intraprendere un lungo viaggio per portare un veliero da Tahiti a San Diego, in California. Durante la navigazione però non tutto va per il verso giusto e la coppia si ritrova in mezzo al mare ad affrontare il terribile uragano Raymond. Resta Con Me (film del 2018 il cui titolo originale è Adrift) naturalmente non racconta solo come Tami e Richard si siano conosciuti ed innamorati (ebbene sì, c’è anche un sacco d’amore in questa storia), ma anche i motivi che portano i due ragazzi a partire insieme per un’avventura in mezzo al mare e, soprattutto, il terribile momento in cui si ritrovano ad affrontare la tempesta. Tuttavia la trama di Resta Con Me non racconta la storia di Tami Oldham e Richard Sharp per intero, ma dobbiamo ammettere che le parti salienti ci sono tutte. Sei curiosa di avere qualche piccolo spoiler sul film? Ecco tutto quello che devi sapere sulla vera storia di Resta Con Me!

Resta Con Me, la vera storia

Tami è una ragazza di 24 anni che ama l’avventura, la vita all’aria aperta e i viaggi alla scoperta per il mondo. Una volta terminato il liceo la ragazza inizia a viaggiare finendo a Tahiti, dove inizia a lavorare come ormeggiatrice di barche presso il porto. Qui conosce lo skipper 31enne Richard Sharp, del quale si innamora a prima vista (e viceversa). I due diventano inseparabili ed è proprio per questo motivo che dopo pochi mesi di relazione il ragazzo chiede a Tami di partire con lui verso una nuova avventura: ovvero portare una barca a vela in quel di San Diego. Naturalmente Tami non si fa scappare l'occasione e nel settembre del 1983 la coppia parte a bordo di uno yacht per un viaggio lungo più di 4.000 miglia alla volta della California.

Tutto sembra andare a gonfie vele in un primo momento, con Tami e Richard che accarezzano il sogno di una vita insieme fatta di mare, libertà e tanto, tantissimo amore. Praticamente un po’ come stare in paradiso, ma con in più una distesa d’acqua a portata di mano. Dopo solo tre settimane di navigazione però la Ashcraft e Sharp si imbattono nell'uragano Raymond, caratterizzato da onde alte 12 metri e venti che soffiano a 140 km orari. Sì, c’è di che avere paura qui. Tami scende sotto coperta, il fidanzato invece decide di restare a domare le onde mentre la barca si piega sotto la forza del mare che, alla lunga, la travolge. La mattina dopo però la ragazza, al suo risveglio, fa una brutta scoperta: Richard non c’è più, di lui resta solo la corda di sicurezza che pende fuori dalla barca. Nonostante il momento di panico e di disperazione per aver perso il proprio compagno Tami riesce comunque a reagire e, dopo aver rimesso in sesto lo yacht (per lo meno per quello che le era possibile fare) decide di puntare verso le Hawaii, distanti ‘solo’ 1500 miglia. Così quindi dopo 41 giorni di navigazione Tami Oldham Ashcraft raggiunge la costa, riuscendo a rimanere in vita grazie a qualche confezione di cibo in scatola e del burro d’arachidi.

Resta Con Me, la differenza tra storia vera e film

Se nella realtà la povera Tami resta da sola perdendo per sempre il compagno, ecco che nel film Resta Con Me (il cui cast è composto da Shailene Woodley, Sam Claflin, Jeffrey Thomas e Elizabeth Hawthorne) Richard riesce a sopravvivere all’uragano. Quando la ragazza si risveglia (la mattina successiva alla tempesta) infatti trova il fidanzato privo di sensi steso su un pezzo di veliero che galleggia in mezzo al mare, poco distante dalla barca. Dopo aver recuperato lo skipper Tami Oldham si prende cura del compagno il quale, nonostante le costole rotte e una profonda ferita alla gamba, riprende i sensi facendo compagnia alla fidanzata per tutto il resto del viaggio e, nel film, è proprio lui a suggerirle di deviare verso le Hawaii. Un lieto fine decisamente inaspettato questo che però, purtroppo, non è avvenuto anche nella realtà dove Tami, una volta risvegliatasi, non ha mai più rivisto il suo Richard.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI