La struttura e la visita alla storica chiesa fiorentina

Basilica di Santa Maria Novella di Firenze

Tra i monumenti storici più belli e importanti di Firenze c’è l’affascinante Basilica di Santa Maria Novella. Molto amata dai turisti, questa splendida Basilica vanta una storia secolare e opere importanti che custodisce al suo interno. Ma scopriamo di più su questa meravigliosa chiesa fiorentina.

Basilica di Santa Maria Novella di Firenze

L’importante Basilica è una delle più importanti chiese di Firenze e sorge sull’omonima piazza. Questa chiesa rappresentava per Firenze il punto di riferimento per l’ordine mendicante dei domenicani.

Una Basilica importante, che dal 1279 fa parte della storia della città, meta imperdibile durante un viaggio a Firenze. Infatti, il convento fu costruito tra il 1279 e il 1357 dai frati Domenicani vicino ad un’antica chiesa del VII secolo circondata dai terreni coltivati fuori le mura di Firenze.

Ma vediamo quali sono le caratteristiche della chiesa e le opere ospitate al suo interno.

Santa Maria Novella

Descrizione

L’esterno della Basilica è opera di Fra Jacopo Talenti e Leon Battista Alberti. L’interno, invece, racchiude capolavori straordinari, tra cui la Trinità di Masaccio, gli affreschi del Ghirlandaio nella Cappella Tornabuoni e il Crocifisso di Giotto.

La chiesa fu la prima basilica dove vennero usati elementi dell’architettura gotica a Firenze, in particolare i caratteri tipici dell’architettura gotica cistercense.

Uno dei luoghi più interessanti e suggestivi è il Chiostro Verde, costruito dopo il 1350 da fra’ Jacopo Talenti con gli affreschi di Paolo Uccello. Molto importante è, poi, il Chiostro dei Morti, ex cimitero già costruito intorno al 1270 dai Domenicani. Infine, troviamo il Chiostro Grande, il più ampio della città, rimaneggiato negli anni 1562-1592 dall’architetto Giulio Parigi su committenza di Eleonora da Toledo.

Chiostro

Orari

Da anni si può visitare l’intero del complesso di Santa Maria Novella grazie ad un accordo stipulato fra Fondo Edifici di Culto e Comune di Firenze. È possibile visitare la chiesa nella sua interezza, comprese le cappelle affrescate, la Sagrestia ed il cimitero degli Avelli. Le opere da non perdere sono: la Trinità di Masaccio, il Crocifisso di Giotto, il Crocifisso di Brunelleschi, gli affreschi di Ghirlandaio, Filippino Lippi, Botticelli e molti altri.

Si può, inoltre, visitare il Museo di Santa Maria Novella. L’entrata comprende l’accesso al Chiostro dei Morti, il celebre Chiostro Verde, il Cappellone degli Spagnoli, la Cappella degli Ubriachi ed il Refettorio.

La Basilica è aperta alle visite il venerdì, il sabato e i prefestivi dalle 10 alle 17, mentre la domenica e i festivi dalle 13 alle 17.

I biglietti hanno un costo di 7,50 euro interno, e di 5 euro per i minori dagli 11 ai 18 anni non compiuti. Infine, per i residenti nel Comune di Firenze, bambini fino a 11 anni non compiuti, disabili e accompagnatori, membri di ordini o congregazioni religiose e clero diocesano e accompagnatori di scolaresche o gruppi, guide turistiche italiane l’ingresso è gratuito.