La Terra potrebbe essere colpita da un asteroide il 2 novembre

Primo Piano
·2 minuto per la lettura
Digitally generated image
Digitally generated image

Un asteroide potrebbe colpire la Terra il prossimo 2 novembre. Ma niente panico, perché anche se in questo 2020 abbiamo già visto di tutto, l’evento non avrebbe conseguenze drammatiche per il nostro pianeta.

Il suo nome è 2018VP1, è stato scoperto due anni fa dal Palomar Observatory in California e appartiene al gruppo di Apollo, asteroidi la cui traiettoria attraversa l'orbita terrestre. Da allora la sua attività è costantemente sotto controllo: il meteorite ha lo 0,41% di probabilità di colpire la Terra (stima la Nasa), ha un diametro di due metri e pesa qualche tonnellata. Caratteristiche che lo farebbero sbriciolare qualora dovesse entrare nell'atmosfera del nostro pianeta.

Niente di paragonabile, secondo le previsioni, con la Meteora di Čeljabinsk, di dimensioni notevolmente maggiori, che il 16 ottobre 2013 atterrò nelle vicinanze della cittadina russa, causando diversi danni e centinaia di feriti. Per fortuna, in quel caso l'impatto fu con un lago e le conseguenze furono dovute al fatto che l'asteroide ruppe il muro del suono, frantumando i vetri di molte case.

La notizia è stata rilanciata di recente su Twitter pure da Neil deGrasse Tyson, tra i più apprezzati astrofici americani, apparso anche in un paio di episodi nella serie tv “The Big Bang Theory”. Lo scienziato ha invitato alla calma in maniera sarcastica. Anche se forse, in questo imprevedibile 2020, bisognerebbe andare cauti con la facile ironia.

VIDEO - Asteroide 3 volte il Big Ben sfiora la Terra: il particolare record