La tristezza di Helen Mirren: «Non tornerò più in Russia»

Helen Mirren potrebbe non tornare più nella terra di origine del padre, la Russia.

L’attrice britannica, 77, protagonista della miniserie «Caterina la Grande» sulla monarca russa, è discendente di una famiglia nobiliare russa.

Nata Helen Mironoff, la star non ha mai rinnegato le proprie origini, ma la sua ferma opposizione al regime di Vladimir Putin a seguito dell’invasione dell’Ucraina, potrebbe spingerla a non tornare più a Mosca.

«Probabilmente non tornerò più in Russia, mi si stringe il cuore», ha dichiarato al Times. Alla domanda se sia a causa della sua contrarierà a Putin, ha risposto: «Assolutamente sì. La mia opposizione a Putin è generale. Anche se dovessero vincere, non vincerebbero comunque perché avrebbero una popolazione piena di odio».

Una leader mondiale che Helen ammira è invece Golda Meir, prima e finora unica donna a essere divenuta Primo Ministro in Israele, da lei interpretata in un film. Le critiche non sono mancate poiché, secondo molti, a interpretare la politica sarebbe dovuta essere un’attrice ebrea.

«Penso che sia un argomento spinoso, perché solo un’ebrea poteva interpretare Golda. È vero, ma allora quando si tratta di un ebreo ashkenazita o un ebreo sefardita? Perché sappiamo che ci sono differenze fondamentali tra di loro. L’unica cosa che posso dire è che, nell’interpretare Golda, ho lavorato sul kibbutz molti anni fa».

«Golda» arriverà nelle sale a marzo.