L'addio alla regina durerà dieci giorni, svelati i dettagli per i funerali di Elisabetta II

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Nella foto la sala del trono di Buckingham Palace
Photo credit: Nella foto la sala del trono di Buckingham Palace

Che esistesse un piano per accompagnare il Regno Unito durante i primi, sconcertanti giorni successivi alla morte di Elisabetta, si sapeva sin dagli Anni 60, come pure da allora è noto il nome della procedura: Operazione London Bridge. A svelarne i più minuti dettagli è stato però il sito politico.com, complice una talpa a Palazzo.

GUARDA ANCHE - Regno Unito, quattro francobolli in memoria del principe Filippo

Una cascata di telefonate. Quando Elisabetta morirà il primo ministro in carica riceverà la notizia con una telefonata. A comporre il numero di Downing Street sarà il segretario privato della regina, attualmente Edward Young. Il capo del governo informerà poi, a cascata, i membri dell’esecutivo anche tramite una e-mail, che reciterà: “Cari colleghi, è con tristezza che vi scrivo per informarvi della morte di Sua Maestà la Regina”.

Photo credit: Nella foto la regina Elisabetta II
Photo credit: Nella foto la regina Elisabetta II

In dieci minuti giù le bandiere. La notizia sarà data all’Associated Press e nel giro di pochi minuti, dieci per l’esattezza, tutte le bandiere del cuore politico britannico, Whitehall, verrano abbassate a mezz’asta.

I social oscurati. I profili Facebook, Twitter e Instagram della famiglia reale, nonché i siti istituzionali di governo e monarchia, andranno “a nero” e ogni attività sarà bloccata fino a quando il primo ministro parlerà al Paese.

Inizia l’era di Carlo. Il premier andrà a colloquio con Carlo, che diventerà re l’istante dopo l’ultimo battito di ciglia di sua madre. Spetterà quindi al nuovo sovrano rivolgersi ai sudditi, per televisione. Carlo, il giorno successivo, verrà proclamato re – mentre per l’incoronazione non vi sono tempi prestabiliti – dal “Consiglio della salita al trono” formato da eminenti funzionari pubblici e governativi. A questo punto l’ex principe di Galles partirà per un tour nel Regno Unito e in Irlanda del Nord, ma non prima di aver reso omaggio alla salma di sua madre.

Photo credit: La Cappella di San Giorgio
Photo credit: La Cappella di San Giorgio


Il viaggio di Elisabetta.
ll corpo della sovrana sarà esposto nella sala del trono di Buckingham Palace. Qualora Elisabetta si spegnesse altrove, le sue spoglie saranno riportate a Londra: sul treno reale da Sandringham, in auto da Windsor e in aereo da Balmoral. Al quinto giorno dalla dipartita il feretro sarà accompagnato da un corteo fino all’Abbazia di Westminster: qui la sovrana riceverà gli omaggi della gente, ma per un’ora al giorno. Poco, ma l’affluenza prevista è di un milione di persone.

Due minuti di silenzio. I funerali di Elisabetta si terranno il decimo giorno dalla morte, proclamato lutto nazionale. Due minuti di silenzio invaderanno il Regno Unito. Poi, l’ultimo viaggio della regina verso la Cappella di San Giorgio al castello di Windsor, dove sarà sepolta accanto al suo amato marito, il principe Filippo.

Testo di Francesco Vicario

Tutte le foto sono state pubblicate da Gente

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli