«Lady in the Lake», minacce di morte sul set della serie con Natalie Portman

Le riprese della nuova serie «Lady in the Lake» con Natalie Portman sono state interrotte per minacce di morte ed estorsione.

I produttori dello show Apple TV+ hanno deciso di mettere in pausa lo svolgimento delle attività, dopo che alcuni uomini si sono avvicinati a un membro della crew, chiedendogli del denaro e brandendo un’arma da fuoco.

Il misfatto, avvenuto il 26 agosto, è stato riportato dal The Baltimore Banner e confermato da un comunicato firmato da vari produttori.

«Venerdì pomeriggio, sul set di Baltimora della nostra produzione Lady in the Lake, prima dell'arrivo del cast e della troupe, durante l'orario di chiamata, un autista della nostra troupe si è confrontato con due uomini, uno dei quali brandiva una pistola diretta verso di lui. I due sono poi fuggiti», legge la nota di Endeavour Content.

Stando a quanto affermato dal Baltimore Police Department, i due avrebbero permesso il normale svolgimento delle riprese, qualora fosse stata loro corrisposta la somma di 50mila dollari. L’autista si è rifiutato di pagare e a quel punto i malviventi hanno minacciato di tornare sul set per «sparare a qualcuno», se le riprese fossero andate avanti.

A scopo preventivo, la produzione ha scelto di spostarsi momentaneamente in un’altra location.

«Stiamo lavorando con il Dipartimento di Polizia di Baltimora mentre l’indagine va avanti. La sicurezza della nostra crew, del cast e di tutte le persone che lavorano a questo show rappresenta la nostra priorità e siamo felici che nessuno abbia riportato delle ferite», ha aggiunto il portavoce di Endeavor Content. «Le riprese ripartiranno con l’irrobustimento delle misure di sicurezza. È stato un privilegio girare Lady in the Lake a Baltimora, lavorando con la sua vivace comunità in molte aree».