Lai (Sobi), 'decisione Ema su anakinra attesa per metà ottobre'

·1 minuto per la lettura

"Dall'Agenzia europea del farmaco Ema, se non ci saranno ulteriori richieste, ci aspettiamo una decisione, quale che sia di approvazione o meno" sull'uso dell'anakinra per il Covid "entro la metà di ottobre". Lo dice all'Adnkronos Salute Sergio Lai, vice president e general manager di Sobi (Swedish Orphan Biovitrum), l'industria biofarmaceutica multinazionale che ha supportato lo studio 'Save-more', pubblicato su Nature che dimostra come il trattamento precoce con il farmaco anakinra (già usato per trattare l'artrite reumatoide e altre gravi patologie infiammatorie) nei pazienti Covid riduca del 55% la mortalità e i ricoveri in terapia intensiva.

"La domanda di estensione e di registrazione per l'utilizzo anche nel Covid del prodotto anakinra, Kineret*nome commerciale, e che - ricorda Lai - è in uso da oltre 20 anni per altri scopi e ha un profilo di sicurezza elevatissimo, perché è un farmaco che ha delle caratteristiche naturali, è in questo momento in stato di valutazione da parte di Ema. Quindi - conclude Lai - Ema sta seguendo il suo percorso con i suoi tempi, con le sue valutazione e stiamo aspettando".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli