Lana Del Rey, stalker le ruba l’auto: scatta l’ordine restrittivo

Lana Del Rey ottiene un ordine restrittivo contro il suo stalker.

Come riportano i documenti legali, ottenuti dal The Blast, la cantante ha chiesto il provvedimento il 14 luglio, sostenendo come l’uomo, Eric Everardo, le abbia rubato un’auto a febbraio e che da allora continui a perseguitare lei e la sua famiglia.

Nei documenti, Del Rey ha aggiunto di avere immediatamente segnalato l’uomo alla polizia, una volta scoperto il furto del veicolo.

«Comprendo che attualmente sia perseguito penalmente per due reati: furto con scasso e furto d'auto. Tuttavia, capisco anche che al momento non si trovi in custodia», ha scritto la star di «Summertime Sadness» nel suo esposto.

Everardo, come rivelato da Lana, è di recente tornato con «un’inquietante lettera scritta a mano, in cui esprimeva il desiderio di incontrarmi di nuovo».

«Mi ha inviato e continua a inviare messaggi molesti e minacciosi sia a me, sia alla mia famiglia», ha aggiunto la popstar.

Un giudice di Los Angeles ha concesso l’ordinanza restrittiva poco dopo l’esposto, estendendo la misura protettiva ai fratelli di Lana, Caroline e Charles.

Everardo non potrà avvicinarsi alla Del Rey in alcun modo, dovrà rimanere a una distanza di almeno 90 metri da lei, dalla sua casa, dal suo luogo di lavoro e dalla sua auto.

Lo stalker dovrà inoltre restituire eventuali armi da fuoco in suo possesso alle forze dell’ordine.

L’ordine restrittivo scadrà il 5 agosto, giorno in cui è prevista un’udienza sul caso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli