L'annuncio della Pfizer: negli Usa, prime vaccinazioni a metà dicembre

Lorenzo Santucci
·1 minuto per la lettura
(Photo: Dado Ruvic / Reuters)
(Photo: Dado Ruvic / Reuters)

“Tra metà e fine dicembre 2020”. Questo è il periodo annunciato da Pfizer Italia riguardo il primo impiego di vaccini negli Stati Uniti. Non si è entrati, invece, nel merito della distribuzione nel nostro paese e non lo si farà fino a quando l’Agenzia europea del farmaco non si pronuncerà sul vaccino. L’azienda farmaceutica statunitense ha in programma una produzione da 50 milioni di dosi nel 2020, e fino a 1,3 miliardi entro il 2021 (si tratta di un vaccino a due dosi, somministrate a 3 settimane di distanza una dall’altra).

Il 20 novembre scorso, i risultati dei test effettuati dall Pfizer riscontravano un tasso di efficacia pari al 95% e l’azienda aveva annunciato la presentazione alla
Food and Drug Administration (Fda) statunitense della domanda per l’autorizzazione all’uso di emergenza del vaccino.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.