Lapo Elkann si è sposato ed è tempo di ripercorrere la storia d'amore con la (neo)moglie Joana Lemos

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Barcroft Media - Getty Images
Photo credit: Barcroft Media - Getty Images

Nonostante lo avesse annunciato a caratteri cubitali, nonostante ci fosse l’anello (uno splendido pezzo unico in stile art déco di diamanti e titanio realizzato in collaborazione con Damiani ndr), nonostante le conferme di amici e parenti , il pensiero che Lapo fosse davvero pronto a mettere la testa a posto continuava a far aggrottare più di una sopracciglia. Vade retro dubbiosi e scettici, perché il rampollo di casa Agnelli ieri, giovedì 7 ottobre ha detto sì alla fidanzata Joana Lemos e vissero felici e contenti.

A lanciare la notizia del matrimonio, Whoopsee, poi riportata da tutti i media: Lapo e Joana si sarebbero sposati in Portogallo con una cerimonia riservatissima, alla presenza dei soli familiari e degli amici più stretti. Il Portogallo oltre a essere il paese natale della manager di successo 48enne è anche il loro posto del cuore, scenario del loro colpo di fulmine e dove hanno scelto di vivere. Anche il 7 ottobre non è un giorno qualunque: proprio ieri, infatti, il nipote di Gianni Agnelli ha spento 44 candeline.

Lapo Elkann e Joana Lemos si sono conosciuti a inizio 2020, a una cena organizzata dagli zii di Lapo a Lisbona. "Quando è arrivata ho avuto il classico colpo di fulmine, sono stato trafitto dal suo sguardo, dalla sua tenacia, dalla sua forza e dalla sua storia", ha raccontato lui con gli occhi a cuore tornando con la mente al loro primo incontro. I primi virgolettati super romantici nell'estate dello stesso anno. "Ho tantissima voglia di mettere radici, in questo momento sono un uomo molto felice perché ho accanto una persona che mi dà tanto", ha detto sempre Lapo al settimanale Chi a giugno 2020, sottolineando come Joana sia la donna giusta, riuscita a "colmare i buchi emotivi" e quella con cui mettere su famiglia (allargata, perché la Lemos è mamma di due figli, Tomás e Martim nati dal suo primo matrimonio con Manuel Reymão Nogueira). Al suo anulare molto presto è comparso un anello di fidanzamento degno di nota e in pieno Lapo style.

Joana, ex campionessa di rally (è stata la prima pilota portoghese a competere negli eventi del deserto e la più giovane al mondo a finire la Parigi-Dakar in una macchina, una gara che ha vinto nel 1997, al fianco di Carine Duret), oggi è una manager molto apprezzata, senza contare il suo impegno nel sociale: tanti i suoi progetti rosa e il contributo alla Fondazione di Lapo, la Laps di cui è vicepresidente. Il tombeur de femmes di casa Agnelli ha messo la testa a posto e adesso nessuno può più metterlo in discussione.


Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli