Lapo Elkann: "Vorrei essere meno imprenditore e più benefattore"

·2 minuto per la lettura
Lapo Elkann (Photo by Guido De Bortoli/Getty Images)
Lapo Elkann (Photo by Guido De Bortoli/Getty Images)

“Il mio impegno sarà destinato a chi soffre”. Lapo Elkann, in un’intervista esclusiva per il magazine Grazia, racconta come la pandemia l’abbia aiutato a riflettere su cosa conti davvero.

"Questo periodo di isolamento mi fatto meditare sulla mia vita, sui valori e sulle mie frequentazioni, ho selezionato gli amici, ho eliminato tutte le persone negative che mi hanno tolto energia positiva. Ho ridotto le mie necessità, separandomi da molti oggetti materiali, come le mie auto che ho messo in vendita per beneficenza perché́ ho capito che, per vivere bene sono necessari affetti veri e le cose essenziali".

GUARDA ANCHE: Chi è Lapo Elkann?

Elkann ha detto di volere essere “meno imprenditore e più benefattore”, perciò il ricavato della vendita delle sue auto di lusso “sarà destinato a ‘Scelgo Giusto’, un progetto di recupero di giovani con problemi di tossicodipendenza e rischio di caduta in substrati criminali, e a ‘Connessione vitale’, per contrastare le dipendenze digitali".

LEGGI ANCHE: LapoElkann, chi è la nuova fidanzata

È ormai cosa nota che l’imprenditore abbia attraversato problemi con la droga: “Io non mi vergogno di parlare del mio passato, queste sono esperienze che fanno parte della mia realtà̀ e, a questo punto della mia vita, non voglio essere quello che piace agli altri, ma una persona vera e onesta con se stessa e con gli altri, con le sue debolezze e insicurezze. Il mio impegno sarà sempre più destinato a chi soffre".

GUARDA ANCHE: Lapo Elkann: io abusato a 13 anni, con Laps mi occupo di abusi

L’imprenditore, che ha trascorso la quarantena in Portogallo con la fidanzata, l’ex pilota di rally, Joana Lemos, ha riflettuto poi sul fatto che la deriva più pericolosa del virus possa essere quella di accrescere nazionalismi e fomentare razzismo e intolleranza. Ha dunque auspicato il superamento delle diversità regionali a favore di un’unità che renderebbe l’Italia più forte, anche agli occhi degli altri Paesi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli