Latte di kefir: benefici e controindicazioni

·2 minuto per la lettura
latte kefir
latte kefir

Il latte di kefir, negli ultimi anni, è una bevanda che sta diventando sempre più famosa e di uso comune per fare colazione o merenda. Scopriamo quindi più nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono i suoi benefici.

Che cos’è il latte di kefir?

Il latte di kefir, originario del Caucaso e del Tibet, è un latte fermentato, molto simile allo yogurt, prodotto appunto a partire dai granuli di kefir, posti in incubazione con latte o acqua. I granuli costituiscono una miscela di batteri e lieviti e i valori nutrizionali e le proprietà del kefir variano in base al tipo di latte impiegato, alla composizione microbiologica dei grani utilizzati, al tempo e alla temperatura di fermentazione nonché alle condizioni di conservazione.

Latte di kefir: le proprietà nutrizionali

Il latte di kefir possiede interessanti proprietà nutrizionali. Il prodotto, infatti, garantisce un buon funzionamento dell’intestino grazie ai numerosi fermenti che contiene.

Il latte, inoltre, fornisce una serie di proteine, nutrienti, calcio, potassio e vitamine del gruppo B, come la B9 e la B12. Queste sostanze sono particolarmente benefiche per rinforzare le ossa nonché per favorire una sana muscolatura.

Il latte di kefir, inoltre, contiene vitamina A, vitamina C, vitamina K e carotenoidi, e anche minerali come rame, manganese, ferro e magnesio.

Latte di kefir: i benefici

Il latte di kefir, contenendo così tante proprietà nutrizionali, apporta molti benefici all’organismo. Innanzitutto, è ottimo per migliorare la salute del tratto gastrointestinale e per prevenire la diarrea, specie in seguito a una terapia a base di antibiotici. Inoltre, è adatto anche a chi solitamente soffre di colite e colon irritabile.

Il latte di kefir aiuta anche a guarire dalle infezioni vaginali più in fretta e, secondo alcuni studi, possiede anche delle proprietà antinfiammatorie. Il prodotto, inoltre, contenendo acido folico, è ottimo per la gravidanza e per ripristinare la flora intestinale, ed essendo povero di lattosio, è adatto anche a chi è intollerante.

Infine, il latte di kefir aiuta a rinforzare il sistema immunitario e a depurare il fegato.

Latte di kefir: le controindicazioni

Il latte di kefir, se non si è abituati a berlo, può provocare crampi e dolori addominali. Questi disturbi, se si tratta di episodi isolati, tendono a scomparire pian piano.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli