Le 9 grandi tendenze moda per cui impazzire nel 2021 e forse archiviare alcune (vecchie) abitudini

Di Guia Rossi
·7 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy Photo, Guia Rossi - Imaxtree
Photo credit: Courtesy Photo, Guia Rossi - Imaxtree

From Cosmopolitan

Anno nuovo, vita nuova? Forse. Diciamo però che nel passaggio dalle 23:59 del 31 dicembre alle 0:00 del 1 gennaio 2021 il cambiamento non si è proprio palesato in modo così travolgente. Anzi. Perché riempire di senso un nuovo inizio significa invece dargli una consapevolezza differente: non comincia qualcosa di nuovo, ma continua ciò che è già in corso con tutte quelle infinite variabili alla sliding doors che ci regalano un giro lunghissimo sulle montagne russe. E così anche la nostra vita, se guardata in proiezione, potrà prendere pieghe davvero inaspettate. La moda nel 2021, ad esempio, sarà chiamata a sostenere cambiamenti importanti in totale sintonia e disposizione di chi la indossa, cioè noi. Le tendenze che ne usciranno altro non saranno che il riflesso dei nostri mood e delle nostre esigenze di meravigliosi esseri umani. Mai come quest'anno starà a noi dettare le regole e non viceversa. Un bel passo avanti, vero?

Per fare chiarezza su tutto quello che potremmo aver voglia di indossare e acquistare, e quindi fare luce sui trend che sceglieremo per meglio mettere a fuoco le passioni e le curiosità di domani, abbiamo preparato un recap con gli hot topics che vedremo al 95% in pole position nel corso di questo misterioso 2021. Aldo Agostinelli, autore di “Bling, il lusso del futuro parla Instagram, indossa sneakers e usa l'AI”, edito da Mondadori Electa, offre spunti interessanti in proposito attraverso una lista di 5 punti. Le cinque S del pubblico digitale, ovvero Noi.

  1. Super rich, chi sono i nuovi ricchi e i loro gusti

  2. Sneakers e special edition, l'ossessione per le capsule (e il reselling)

  3. Second hand, il pre-loved diventa glamour (Yessah!)

  4. Sustainability, la moda ci prova a essere più ecologica ed etica, restando di tendenza

  5. Speaking to generations, i brand parlano a Millennial e GenZ attraverso un utilizzo nuovo sui social. Lo stavamo aspettando.

Se ti riconosci in almeno una di queste 5 sei a cavallo.

La prima tendenza moda 2021 riguarda il modo di fare shopping nel 2021

Photo credit: Courtesy Photo
Photo credit: Courtesy Photo

Fare shopping nel 2021 sarà sempre più digitale e integrato. Nel coro di voci bianche lo afferma anche quella più autorevole di BoF, piattaforma di analisi e approfondimento del fashion system, Business of Fashion. Il report annuale The State of Fashion 2021, realizzato in collaborazione con McKinsey & Co, sottolinea quanto i brand si stiano impegnando a offrirci un accesso allo shopping sempre più piacevole, efficiente e facile: sessioni live streaming, customer service in video chat e shopping sui canali social aprono sempre di più alla connessione tra noi utenti. La pandemia ha accelerato la digitalizzazione di tantissimi brand che amiamo, piccoli e local inclusi, accorciando così di molto le distanze.

Tre inspo moda 2021 da tenere d'occhio

  • ShopCall, piattaforma di video streaming creata da Roberto Murgia di Hoplo, permette a commercianti e artigiani di continuare a offrire una consulenza all’acquisto tramite videochiamata. La comunicazione avviene tramite link o QR code “neutro" generato nel rispetto della privacy dei clienti. Così quando vorrai effettuare un acquisto non sarai obbligata a rendere noti i tuoi dati sensibili.

  • Cottagecore (4.8 miliardi di views su TikTok) e Dark Academia (436,3 million views) sono solo due dei tantissimi trend moda nati in modo alternativo sui social che hanno spostato gli utenti a fare acquisti su app di reselling come Depop, Vinted e Ebay, sbaragliando così i canali tradizionali.

  • Dopo che Bella Hadid ha indossato agli MTV Video Music Awards 2020 un certo body nero trasparente, la designer Nensi Dojaka ha dovuto attivare i canali social per iniziare a vedere. (Ad oggi il sito ufficiale è ancora under construction).

Athflow è la tendenza moda primavera estate 2021 che ti vuole bella ma soprattutto comoda

Photo credit: Courtesy Photo - Imaxtree
Photo credit: Courtesy Photo - Imaxtree

No, non è così scontato come sembra. Se nel 2020 la pandemia ci ha tenuti a casa a studiare e a lavorare con grande frustrazione, è altresì innegabile l’intimo piacere che ne è derivato nel potersi sedere davanti al monitor abbigliati in modalità weekend 7 giorni su 7. Persino Twitter, tra gli hashtag più popolari a tema moda, ha visto crescere vertiginosamente lo stile comodo di tute e loungewear con un +66% per la parola pigiama, seguita da joggers e pantaloni tuta. Siccome non sappiamo ancora per quanto tempo dovremo destreggiarci con didattica a distanza e smart working, potrebbe essere utile fare l’upgrade a questo stile ormai diventato una daily routine quanto lo skincare. Dalle ricerche annuali Pinterest Predicts per il 2021, report che scavano nelle search di nicchia destinate a diventare trend popolari, il re dei moodboard moda e non solo, lo mette nero su bianco: dopo l’ormai noto athleisure è in arrivo l’ath-flow, uno stile comodo di ispirazione sportiva abbastanza professionale per lavorare da casa, abbastanza elastico per una lezione di yoga e abbastanza confortevole per una piacevole serata sul divano. Cioè, il massimo. Un look duttile che funziona alla grande in più occasioni senza dover mettere un piede fuori dalla porta di casa. Cosa cambia da quello precedente? Materiali sempre più di qualità e silhouette moderne. Così maglie e pantaloni a costine, abiti tricot e bralette in lana saranno tra i primi pezzi a volare dritti nel tuo armadio.

Tre inspo moda 2021 a tema ath-flow da amare asap

  • Lisa Yang, il brand nordico di Stoccolma ma con un cuore e una mente cinese, oggi è il nome da guardare se si è alla ricerca di capi comodi, facili e meravigliosamente caldi. Cachemire addicted, mai più senza il bra a triangolo.

  • Campo Collection è una linea di sleepwear sostenibile nata per essere indossata h24. Linee fluide, dolci e minimal sono una sintesi perfetta del concetto timeless. Dietro al progetto c'è Cinthia Boni Cordioli, brasiliana di San Paulo, di istanza a Miami.

  • Cecilie Bahnsen, brand luxury nato nel 2015 a Copenhagen in Danimarca, sta facendo innamorare il resto d'Europa e America con top e abiti dalle forme bold di puffy sleeve e spalle romantiche. Ideali per sfavillare nelle prossime videocall da smart working.

DIY, la moda 2021 è sempre più personalizzata e porta la tua firma

Photo credit: Courtesy Photo - Imaxtree
Photo credit: Courtesy Photo - Imaxtree

Jeans, t-shirt e felpe. Ma pure vestiti, camicette e blazer. Non ci sarà un capo di abbigliamento donna e uomo, nuovo o vintage che non sarà manipolato, customizzato, alterato e personalizzato da chi lo indosserà in nome di una legittima espressione del proprio Io. Pinterest Predicts vede in fortissima crescita le ricerche per trovare spunti nel decorare i jeans, riadattare vestiti, creare stampe e ricami su felpe e borse shopper. La moda diventa il manifesto personale di ciascuno di noi ma pure un’occasione preziosa con cui sperimentare e imparare qualcosa di nuovo. Dalle sneakers personalizzate a come fare la tintura tie dye home made, siamo diventati handcrafter esperti. Comprare usato, comprare meno e meglio non farà che irrobustire la convinzione di essere noi parte attiva nel richiedere ai brand impegno nel produrre e comunicare i prodotti nel rispetto etico di persone e ambiente. Nelle previsioni per il 2021 anche Lyst ribadisce quanto sia fondamentale pretendere dalle aziende azioni benefiche concrete al di là del profitto. Quando nel documentario Netflix A Life On Our Planet Sir David Attenborough dice “Non è solo per salvaguardare il pianeta, ma noi stessi. La verità è che con o senza di noi, la natura si rigenererà comunque” ha 100% della ragione.

Tre inspo per scegliere e indossare moda sostenibile in modo sicuro

  • Good on You, è la piattaforma da seguire per fare luce sui brand che davvero si impegnano a rispettare le regole diversamente da quelli che lo fanno meno. E cadendo così nel tristissimo green washing.

  • Innamorati subito di Tala, brand di loungewear con un approccio slow fashion e sostenibile a prezzi più che abbordabili. Se il packaging è 100% riciclabile, le etichette contengono semi da piantare.

  • Le sneakers ACBC, acronimo di Anything Can Be Changed, sono scarpe realizzate con materiali animal free, bio based e riciclati. Poi c’è la zip con cui cambiare sino a tre tomaie sulla medesima suola per altrettanti look.

Infine, appunti per il futuro. La guru delle tendenze, la signora del design e della preveggenza stilosa Lidewij Edelkoort ha già smosso le acque in vista dell'anno prossimo, il 2022, da lei considerato come l'anno di riscatto e di effettiva ripartenza. Le sue previsioni per la primavera estate '22 si intitolano 'Blank Page", appunto, pagina bianca. Dove la carta come materiale è la fonte d'ispirazione principale per moda e design. Una palette colore che va dal bianco al sabbia si affianca a un nuovo focus sul concetto del mono prodotto. Le aziende capiranno che è molto meglio produrre meno referenze ma fatte alla grande che perdersi via in cataloghi infiniti di oggetti mediocri. Evviva.

Ti è piaciuto l'articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gli articoli di Cosmopolitan direttamente nella tua mail.

ISCRIVITI QUI