Le Borse Ue aprono nel segno della cautela

Fabrizio Arnhold
·2 minuto per la lettura
Le Borse Ue aprono nel segno della cautela
Le Borse Ue aprono nel segno della cautela

Avvio prudente per i listini del Vecchio Continente, a Piazza Affari fari puntati sul settore bancario. Petrolio debole, lo spread apre invariato rispetto all’ultima chiusura

Un inizio senza grandi spunti. Dopo la chiusura di poco negativa di ieri, le Borse europee cominciano l’ultima seduta della settimana deboli. Milano in avvio di contrattazioni segna +0,23%, Francoforte +0,12%, Parigi +0,07%, Madrid -0,09% e Londra +0,10%. La Borsa di Tokyo ha chiuso la settimana in rialzo, con l’indice Nikkei a +0,40%, aggiornando così i massimi degli ultimi 29 anni.

WALL STREET A MEZZO SERVIZIO, DUBBI SUL VACCINO OXFORD

Oggi la Borsa di New York chiuderà alle 19 italiane, dopo che ieri è stata chiusa per il giorno del Ringraziamento. La giornata sui mercati, quindi, si preannuncia senza squilli, dopo che i listini avevano iniziato la settimana su nuovi massimi da fine febbraio, con il Dow Jones che ha aggiornato il suo record storico. Sul fronte vaccini, le azioni di AstraZeneca sono calate dello 0,67%, dopo che il capo della task force sui vaccini della Casa Bianca ha espresso dubbi sui dati della sperimentazione e sul tasso di efficacia del farmaco.

IN EUROPA FARI SUL SETTORE BANCARIO

Nel Vecchio Continente l’attenzione degli investitori è per il settore del credito, con lo stop alla fusione tra Bbva e Banco Sabadell e con le prime reazioni alle raccomandazioni della Bce per il 2021 sulla distribuzione di dividendi. Sul tavolo ci sono tre ipotesi: altri sei mesi di stop, una valutazione caso per caso o un tetto alle cedole.

PETROLIO DEBOLE, SPREAD STABILE

Il petrolio resta debole, dopo il forte recupero della prima parte delle settimana, con il Wti scadenza gennaio a 44,86 dollari al barile (-0,16%), mentre il Brent di pari scadenza viene scambiato a 47,69 dollari al barile (-0,23%). Lo spread apre a 115 punti base, stabile rispetto ai valori del closing precedente.