Le città più felici al mondo, la prima è Amsterdam, Milano è 40esima

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Javier M. on Unsplash
Photo credit: Javier M. on Unsplash

From Marie Claire

Difficile stilare una lista delle migliori città dove vivere bene a fine 2020 inizio 2021: la scelta, delicata, condotta da YouGov per l’azienda di lenti Lenstore vuole essere un seme positivo per i prossimi 12 mesi? Analizzando 44 città nel mondo, e seguendo 10 parametri, lo studio riscrive la classifica delle città dove si vive meglio per qualità della vita, aggiungendo una percentuale preziosa: quella della felicità della vita. Niente di onirico, molto di pratico: ovvero tra i parametri presi in considerazione ci sono i costi per un abbonamento in palestra, il numero di ore di sole a disposizione, quanto si spende per una bottiglia d’acqua, le ore lavorate all’anno e l’aspettativa di vita. Parametri che specificano quanto il vivere bene di una città corrisponda al vivere sano in una città. Al primo posto troviamo Amsterdam all’ultimo Città del Messico. E l’Italia? Di 44 città rientrate in classifica Milano è l’unica italiana presente e si colloca alla 40esima posizione mondiale: nonostante l’aspettativa di vita alta rispetto alle altre città (82,70) ha una media di ore lavorate all'anno di 1.718, un indice di felicità del paese del 6,38, un costo medio di spesa per abbonamento in palestra di 58 euro al mese e livello di inquinamento al 67,19.

Amsterdam è al primo posto con un livello di felicità del 7,44, una media di ore di lavoro annuali di 1.434. Nella ricerca vince per stile di vita più sano grazie a 1.858 ore di luce solare sfruttate (gran parte in bicicletta) e 422 ore di attività sportiva all’aperto.

Photo credit: Javier M. on Unsplash
Photo credit: Javier M. on Unsplash

Sydney è al secondo posto con la cifra record di 2.636 ore di luce solare all’anno, un’aspettativa di vita di 82 anni e un livello di felicità del paese che si assesta al 7,22.

Photo credit: Photo by Kewal on Unsplash
Photo credit: Photo by Kewal on Unsplash

Vienna è al terzo posto con il pregio di avere l’indice di inquinamento tra i più bassi al mondo (una media, riporta la ricerca, di quattro volte meno di Pechino), livello di felicità 7,29 e costo medio di un abbonamento in palestra di 28,31 euro.

Photo credit: Photo by Leyy . on Unsplash
Photo credit: Photo by Leyy . on Unsplash

Stoccolma è al quarto posto e, vantando il primato di città dove le ore lavorative annue sono circa 30 a settimana, si assicura il maggior equilibrio tra tempo libero / guadagno. Non a caso, felicità a 7,35.

Photo credit: Photo by Rasmus Gerdin on Unsplash
Photo credit: Photo by Rasmus Gerdin on Unsplash

Copenhagen è al quinto posto con un tasso di felicità da sempre alto, 7,64, nonostante un costo della vita molto elevato il monte ore lavoro annuo è di 1.380, qualità vs quantità scelta vincente?

Photo credit: Photo by Nick Karvounis on Unsplash
Photo credit: Photo by Nick Karvounis on Unsplash