Le destinazioni più affascinanti viste attraverso gli occhi dei fotografi di moda

Di Vittoria Meloni
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Fashion Eye:  Ukraine di Synchrodogs / Courtesy
Photo credit: Fashion Eye: Ukraine di Synchrodogs / Courtesy

From Harper's BAZAAR

È possibile scoprire il mondo attraverso gli occhi degli altri? Stupirsi di fronte alla meraviglia degli angoli del globo che abbiamo osato solo sognare o davanti a dettagli di luoghi conosciuti che non avevamo mai notato? Louis Vuitton, che di arte del viaggio ne sa eccome, ha realizzato una serie di edizioni su misura per farci viaggiare con la mente. Ognuno dei volumi della collezione Fashion Eye è infatti dedicato a un luogo, da scoprire negli scatti di un fotografo di moda a questa destinazione in qualche modo legato, accompagnati da interviste, saggi e informazioni biografiche. Questo autunno 2020 si vanno ad aggiungere alla lista due nuovi volumi dedicati rispettivamente a Grecia ed Ucraina.

Nata come un progetto ambizioso ed artigianale, la collezione di libri Fashion Eye, diventa un vero e proprio compendio di opere d’arte in grado di adattarsi e rinnovarsi in base all’autore, cambiando forma ma mantenendo intatto il rispetto della tradizione dell’artigianalità. Che cos’è un libro se non un’opera di un autore, un designer e uno stampatore? Ci domanda la maison. Così nascono volumi che fanno dialogare passato e presente, archivio e attualità, volumi dall’estetica incomparabile e dal fascino intramontabile. Il Giappone di Adolphe De Meyer, la Riviera Francese di Slim Aarons, Montecarlo di Helmut Newton ma anche Cretto di Burri di Oliviero Toscani e l’Iran di Harley Weir o Saint Tropez di Osma Harvilahti. A questi grandi della fotografia si aggiungono oggi la Grecia di François Halard e l’Ucraina di Synchrodogs.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Nato a Parigi nel 1961, da genitori decoratori che instillano in lui la passione per gli interni, Halard si cimenta nella fotografia fin da bambino immortalando i compagni di classe. L’incontro con Alexander Liberman lo traghetta nel mondo della fotografia di moda dove scatta ritratti, still life e haute couture per le riviste di moda più famose al mondo. La sua vera passione però si rivela ben presto: sono gli interni di elegantissime dimore, oltre che le anime di chi le abita.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

La scelta di raccontare attraverso le sue fotografie la Grecia deriva dal grande amore del fotografo per questa terra, dove possiede anche una villa su un’isola. Sculture classiche e paesaggi autentici riempiono le pagine del volume, il blu del mare fa da protagonista mentre si assapora l’ombra delle ville dell’isola di Symi, in un racconto di una Grecia personale, a tratti quasi immaginaria.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Il secondo volume in uscita questo autunno è invece dedicato all’Ucraina di Synchrodogs, il duo composto da Roman Noven e Tania Oldyork. I due, consacrati nel mondo della fotografia e dell’arte grazie alla serie Supernatural, vivono attualmente in una piccola città ai margini dei Carpazi. La loro fotografia concettuale è molto apprezzata da brand, etichette musicali e importanti magazine di moda. Il racconto dell’Ucraina avviene attraverso scatti che vogliono da una parte offrire una visione originale e onirica del paesaggio e dall’altro condannare i danni che l’uomo ha recato alla Terra. Una continua tensione tra esseri umani e natura che sembra in queste immagini vertere verso un disastro incombente, ma che dall’altra parte non rinuncia mai a farci sognare.