Le lampade da scrivania, le nostre inseparabili compagne di studio e di lavoro

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura

From Marie Claire

Ci sono oggetti che sembrano essere esistiti da sempre perché non riusciamo a immaginare come fosse il mondo prima che li inventassero. La lampada da tavolo è una di questi e chissà quante volte abbiamo pensato, in una pausa di studio o di lavoro: "come vorrei ringraziare chi ti ha inventata". In effetti, è divertente pensare che l'immagine classica dell'inventore con la lampadina accesa sulla testa, per il designer britannico George Carwardine è stata reale. Poi, dopo quella lampadina, sulla sua testa è apparsa una molla.

Dopo che l'elettricità è diventata di pubblico utilizzo, tutti ne volevano sperimentare ogni utilizzo. Se fino ad allora tante generazioni avevano studiato e fatto lavori di precisione alla luce delle candele, negli anni 20 alcuni inventori cominciarono a sperimentare sulle lampade dei braccetti articolati in metallo regolabili con dei contrappesi. Ma nessuno di questi risultò valido fino a quando un designer e ingegnere britannico di nome George Carwardine che fino a quel momento aveva progettato solo sospensioni dei veicoli, ha inventato la lampada da tavolo così come la vediamo oggi.

Carwardine era un creativo ma non era portato per gli affari e brevettò la lampada da tavolo come accessorio da usare nelle fabbriche di automobili, soprattutto nei turni serali e non aveva pensato che potesse servire ad altro. più grandi per questo.

Per fortuna uno dei fornitori di Carwardine, il proprietario della Herbert Terry & Sons, con sede a Redditch nel Worcestershire, gli fece presente che quell'invenzione poteva interessare un mercato molto più ampio e lo convinse a firmare un accordo per lasciargli produrre, a partire dal 1933, una vera lampada da tavolo chiamata Anglepoise.

Di lì a poco, un uomo d'affari norvegese di nome Jac Jacobsen che aveva fatto fortuna importando macchine da cucire dall'Inghilterra per le fabbriche tessili norvegesi si imbatté nella Anglepoise prodotta dagli inglesi e se ne innamorò. Da quel momento cambiò la storia del design sfornando il suo gioiello, la Luxo-L1, la prima lampada a braccio bilanciato. Jacobsen continuò a disegnare lampade per tutti suoi 95 anni di vita. E se oggi possiamo comprare una lampada da tavolo con un solo clic, lo dobbiamo a lui, a Carwardine e a Herbert Terry & Sons che hanno creduto in questo oggetto.