Le mamme al tempo del Coronavirus: cosa succede in casa?

Le mamme al tempo del Coronavirus

L’emergenza Coronavirus ci impone di restare a casa, per la nostra sicurezza e quella degli altri. L’isolamento, sotto alcuni aspetti, può essere un fatto positivo perché ci si può dedicare alle attività individuali che avevamo lasciato in sospeso come un obiettivo ormai messo da parte o per riscoprire un hobby. Per altri aspetti invece, i ragazzi soffrono il fatto di non poter uscire e non riescono a trovare il modo per combattere la noia.

Ma c’è una persona che probabilmente vede solo aspetti positivi in questa quarantena: la mamma. Infatti, quante volte le mamme hanno pronunciato quelle famose frasi che spesso disturbano i ragazzi?

Mamme in casa: quando i sogni diventano realtà

Ammettiamolo, le mamme non vedevano l’ora. Adesso hanno una buona scusa per fare in modo che i loro figli non dicano mai di no. Ad esempio, quando diranno: “Uscite troppo. D’ora in poi starete a casa”, “Non dite di no a mamma e papà. Sapete dell’esistenza del mio cucchiaio di legno!” o ancora “Non litigate ragazzi, dobbiamo evitare gli ospedali in questo momento. Sono tutti occupati”. Sono tutte frasi alle quali gli adolescenti e i bambini non risponderanno negativamente, data la situazione determinata dal virus. Quindi, le mamme sicuramente si sentiranno soddisfatte e sicure nel pronunciarle, perché questa volta hanno un perfetto asso nella manica.

Le mamme e le pulizie casalinghe: finalmente l’ordine

Quante volte avete detto o sentito frasi del tipo: “Non camminare con le scarpe! Chissà cosa porti dentro casa!”, “Non camminare scalzo in giro per la casa! Chissà quali batteri ti becchi!”. Sono tutte ottime scuse che mascherano l’obiettivo di mantenere pulita la casa.

Ovviamente, in generale, queste precauzioni e affermazioni sono veritiere. Bisogna mantenere l’igiene casalinga per poter vivere bene. Ma forse, in questi tempi, il Covid-19 è una buona maschera usata dalle mamme per educare i propri figli come vorrebbero.

Le mamme al tempo del Coronavirus: le lezioni e i compiti a casa

Le mamme sono perfettamente consapevoli del fatto che i loro figli, in questo momento, non hanno molto da fare in casa a causa dell’isolamento imposto dal governo italiano. Per questo motivo, insistono sui compiti assegnati dagli insegnati, che vengono pubblicati quotidianamente sui registri elettronici o via e-mail. Le mamme sanno anche che le lezioni si svolgeranno online e tramite videochiamate tra alunni e insegnanti. Perciò, non può di certo mancare la frase quotidiana che più tormenta i giovani: “Stai facendo i compiti? Falli, dato che sei un nullafacente”. Hanno ragione. In questo momento, dove la vita sociale deve essere limitata, i ragazzi sono più liberi e devono sfruttare al meglio il tempo a disposizione per poter fare tutte le attività con più tranquillità.

Quindi, in questo periodo, i giovani dovrebbero davvero ascoltare e rassegnarsi al fatto che le mamme stanno ricevendo quello che tanto bramavano, cioè la pulizia, l’obbedienza e la presenza costante dei propri figli in casa, ma questa volta hanno tutte le ragioni del mondo.