Le nuove foto di Roberto Bolle e il suo corpo divino in danza al Circo Massimo, emozione pura

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Vittorio Zunino Celotto - Getty Images
Photo credit: Vittorio Zunino Celotto - Getty Images

Il 13 luglio al Circo Massimo è partita "la grande danza" del Roberto Bolle and Friends, come l'ha definita il ballerino stesso sul suo profilo social. Roberto Bolle su Instagram ci ha quindi regalato uno scatto dello spettacolo, poetico e potente come la voce del balletto classico che non ha intenzione di spegnersi, nonostante i tempi incerti.

Lo spettacolo itinerante dell'étoile della Scala è andata in scena il 13 luglio e si replicherà il 14 e 15 nella meravigliosa cornice romana. Insieme a Roberto Bolle ci sono stelle del balletto da tutto il mondo, dall’Opéra de Paris, all’American Ballet Theatre, passando per il Dutch National. Un'occasione imperdibile, per viaggiare molto lontano grazie alla danza. Anche il padrone di casa accompagna in un'esplorazione del balletto, dai grandi classici alle novità. Roberto Bolle è protagonista de L’altro Casanova, passo a due di Gianluca Schiavoni, Borderlands di Wayne McGregor e Prototype reloaded di Massimiliano Volpini.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

In quest'ultima performance Bolle danza in simbiosi con le coreografie geometriche del ledwall alle sue spalle, fondendo tradizione e contemporaneità. Della sua esibizione, Roberto Bolle ci ha regalato una foto via social: si erge statuario al centro del palco, con calzamaglia bordeaux, bretelle e scarpette, in una posa potente e delicatissima allo stesso tempo. I muscoli si tirano in uno sforzo sublime mentre lo sguardo concentrato raccoglie la poesia del momento.

Uno scatto che descrive un'emozione unica, che Roberto Bolle vorrebbe vivere più spesso e più in serenità, come ha raccontato in un'intervista al Corriere della Sera: "Fra saltare un anno, per la mancanza del palco di Caracalla a causa delle norme Covid, e esserci al Circo Massimo, ho deciso di esserci. Anche se i posti saranno un migliaio invece che quattromila. Anche se trovo ingiusto il paragone fra il nostro spettacolo a ingressi limitati e altre forme di intrattenimento, in cui non si usano le mascherine e non si rispetta il contenimento". Il mondo dello spettacolo insomma resiste, continua a regalare momenti sublimi, ma vuole di più, pretende di essere ascoltato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli