Le parole di Antonella Elia contro Samantha De Grenet fanno male a tutte le donne

Di Monica Monnis
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Stefania D'Alessandro - Getty Images
Photo credit: Stefania D'Alessandro - Getty Images

From ELLE

Antonella Elia e i reality show. Due volte L'Isola dei Famosi, e poi Pechino Express, Tale e quale show, il Grande Fratello Vip e Temptation Island, un cv da far impallidire persino i realiters più incalliti (citofonare Lory del Santo e Bettarini), una corrispondenza che almeno sulla carta dovrebbe sancire il livello pro della showgirl nel sapersi districare tra dinamiche e frecciatine e nel bilanciare autenticità e creanza. Sulla carta, appunto. Perché con lo scontro tra Antonella Elia e Samantha De Grenet nella puntata di ieri sera del GF Vip si è toccato il fondo, perché le parole hanno un peso, perché questa volta Antonella per giustificare la sua insolenza non può appellarsi ai giorni di stenti in Honduras o all'isolamento forzato, perché questa volta il suo ruolo è quello dell'opinionista e vomitare insulti e cattiverie, specialmente se legati all'aspetto fisico, non è accettabile e fa male a tutte le donne.

In nome dello share, Antonella è stata mandata nella casa modalità panzer per chiarire con Samantha De Grenet in seguito a una serie di botta e risposta delle scorse settimane. Da una parte del vetro l'opinionista offesa per essersi presa dell'"imbecille", dall'altra l'inquilina che rivendica gli insulti come semplici risposte alle sue di offese. L'Elia inizia il suo turpiloquio con parole dure e tranchant che farebbero arrossire anche gli haters più impenitenti. "Sei la regina dell'arroganza, ma chi ti da il diritto di dire certe cose?", affonda, e poi "chi ti credi di essere? Sto cavolo"/al massimo della tua carriera sei stata la reginetta del gorgonzola/ c’ho davanti una str****, ed è bellissimo darle della str****, tu sei solo una str****, una borgatara ripulita male". Il tutto in prima serata e soprattutto senza che nessuno muovesse un dito.

Samantha con calma prova a ripararsi dai dardi non scagliandone a sua volta ("Pensa quello che vuoi, io mi permetto perché mi hai attaccata appena sono entrata. Tu hai la tua opinione, ma a me non interessa proprio quello che dici, io sono sicura di quello che sono") ma la tattica difensiva non ha gli effetti sperati. E così la Elia, non trovando più argomenti, tira in ballo il fisico, i fianchi, il peso, elevando stereotipi a metro di giudizio. "Ti vedo ingrassata, stai cedendo al peso dell’età, dovresti fare un po’ di palestra", il commento che ha lasciato di stucco anche gli amanti del trash e delle litigate epiche del tubo catodico "ti strapperei quei capelli orrendi ricciolo per ricciolo".

Sui social si è giustamente scatenato il caos, si parla di body shaming (a buon ragione), di limiti oltrepassati, di cattiveria gratuita, di un messaggio brutto e anacronistico che non dovrebbe passare in prima serata in una trasmissione così forte sul target dei giovani. Samantha De Grenet nel dopo puntata si è mostrata turbata dalle parole di Antonella, anche perché il suo fisico è ancora segnato dalla malattia, da quel tumore al seno diagnosticatole nel 2018 e di cui ha parlato a inizio 2020 ospite di Silvia Toffanin a Verissimo e diverse volte nella casa. "Strumentalizzare il mio peso dopo quello che ho avuto, una cosa che per me è stata una valanga, se avessi voluto, avrei potuto farla sentire piccola così" ha confessato, "sai cosa vuol dire guardarsi allo specchio e vedersi cambiate?". E adesso come la mettiamo?

Esattamente come il "gatta in calore" rivolto a Elisabetta Gregoraci, anche questa volta si è superato il limite e arrivati a un punto di non ritorno: pur apprezzandone la schiettezza a volte disarmante, Antonella sembra aver confuso i confini tra ruoli (concorrente e opinionista), tra un commento sarcastico e pungente (sempre ben accetto) e un attacco personale, tra una critica costruttiva e l'offesa gratuita. La domanda è, quando finalmente vedremo solidarietà femminile e sorellanza in prima serata in tv?