Le persone gender fluid non sono confuse e forse è il caso di chiarirlo una volta per tutte

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Delia Giandeini on Unsplash
Photo credit: Delia Giandeini on Unsplash

Nel 2021 c'è ancora chi definisce le persone gender fluid "confuse" o "aperte a variare il proprio orientamento sessuale in base alla disponibilità di partner" e racconta questa identità di genere come un "capriccio dei più giovani". Basta googlare "gender fluid" per approdare a fin troppi risultati di ricerca approssimativi, nel migliore dei casi, e offensivi nel peggiore.

Per adottare un linguaggio consono nel parlare della/con la comunità LGBT+, o anche solo per il piacere di scoprire il mondo attorno a noi e l'inclusivo universo dell'identità di genere, dobbiamo prima di tutto informarci. Per comprendere quindi cosa significa davvero gender fluid, partiamo distinguendo tra sesso biologico, che è determinato dai cromosomi dell'individuo, e l'immagine socio-psicologica che la persona ha di se stesso: questa corrisponde al genere. Un'ulteriore differenza è quella di espressione di genere, che riguarda il modo in cui mostriamo il nostro genere al mondo esterno, magari decidendo di modificare il nostro aspetto.

Photo credit: Kelly Searle on Unsplash
Photo credit: Kelly Searle on Unsplash

Data questa pluralità, ci sono diverse identità di genere, ad esempio chi ritiene che il suo sesso e la sua identità di genere combacino si definisce cisgender, ma non per forza è eterosessuale, ancora una volta occorre fare una distinzione: identità di genere e orientamento sessuale sono due cose distinte. Tra le tante identità di genere c'è ad esempio l'essere transgender, gender queer, non-binario e a proposito, Demi Lovato ha da poco fatto coming out definendosi non-binary e aprendo ulteriormente alla conoscenza delle tematiche gender.

Ed eccoci quindi alla definizione di gender fluid: una persona gender fluid non vuole essere etichettata in nessun schema sessuale, non è ad esempio etero, bisessuale, transessuale, ma la sua identità di genere e sessuale è appunto in cambiamento fluido e costante tra le varie possibilità. Chi si identifica come gender fluid può sentirsi donna, uomo, no-gender o qualsiasi altra identità, variando nel tempo. Essere gender fluid è quindi una questione di sessualità? No, è questione di libertà.