Le piante portafortuna consigliate dal Feng Shui per iniziare l'anno con i migliori auspici

Di Redazione Digital
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Unsplash
Photo credit: Unsplash

From ELLE Decor

Secondo il Feng Shui - la pratica cinese di utilizzare il flusso di “energie” in casa per creare armonia e buona salute – alcuni tipi di piante possono essere considerate portatrici di fortuna, prosperità, amore e salute.

Se tenere piante in casa è utile per purificare l’aria ed equilibrarne l’umidità, la dottrina cinese che combina astrologia e architettura sostiene che alcune piante aiutino a bilanciare l’elemento acqua e provochino lo spostamento dell'energia negativa. Al di là delle credenze, è dimostrato che le piante hanno un effetto generalmente positivo sul benessere di una persona.

Tra quelle consigliate dal Feng Shui c’è l’Aloe, considerata una pianta portafortuna anche in gran parte del Sud America, dove è spesso appesa sopra le porte di case e negozi. Si tratta di una pianta grassa molto adattabile, capace di crescere e prosperare su un davanzale luminoso così come sotto un portico, anche quando l’umidità è scarsa.

La Crassula Ovata, nota anche come Albero di Giada, è una succulenta originaria dell’Africa meridionale che appartiene alla famiglia delle Crassulaceae. Il fusto marrone chiaro, molto ramificato, è fitto di foglie ovali, color verde chiaro e molto carnose che secondo il Feng Shui simboleggiano il denaro. Per questo la tradizione cinese vuole che l’Albero di Giada sia portatore di prosperità, fortuna e ricchezza.

Per prosperare la Crassula ovata deve essere messa a dimora in pieno sole e al riparo da temperature troppo rigide, e innaffiata solo quando il terriccio è asciutto.

La Pachira Aquatica, una pianta sempreverde della famiglia delle Bombacee, la stessa a cui appartiene il Baobab, è caratterizzata da un lungo fusto composto da diversi steli intrecciati (da tre a sette) e secondo il Feng Shui è di buon auspicio per raggiungere la prosperità economica. Secondo la leggenda, un indigente, dopo aver pregato per ricevere del denaro, si imbatté in questa pianta dall’aspetto strano, e diventò ricco vendendo nuovi esemplari ricavati dai suoi semi. Da qui l’appellativo di Albero del Denaro. Alle nostre latitudini la pianta rimane a uno stadio giovanile da cui non nascono né fiori né frutti, ma è diffusa come pianta da interno particolarmente scenografica.

Tra le piante portafortuna indicate dal Feng Shui c’è anche la Dracaena Sanderiana, altrimenti detta Bambù della Fortuna, una pianta perenne della famiglia delle Araceae originaria dell’America e dell’Africa occidentale. Dalle radici corte e bianche si dipanano rami simili al bambù di colore verde brillante e connotati da nodi che si sviluppano a distanza regolare. Da questi rami, che possono raggiungere anche i 90 centimetri di altezza, nascono ciuffi di foglie lucide e lanceolate. Secondo il Feng Shui il numero di steli del Lucky Bamboo ha significati diversi: 3 steli rappresentano felicità, ricchezza e lunga vita, 5 o 6 steli portano ricchezza e fortuna, 7 steli simboleggiano buona salute.

La Ficus elastica è conosciuta in Italia come Pianta della Gomma o Albero del Caucciù: nel suo ambiente naturale, le foreste tropicali dell’Asia, può raggiungere anche i 30 metri di altezza ma da noi viene coltivata in vaso, con dimensioni decisamente inferiori. Si tratta di una pianta facile da coltivare, che non sopporta il freddo e ama molto la luce, ma non i raggi solari diretti. Oltre alla capacità di purificare l’aria, il Feng Shui le attribuisce l’energia positiva che accomuna tutte le piante con foglie arrotondate.

Le Orchidee sono associate dal Fengh Shui al buon auspicio per la famiglia, in particolare quelle viola, portatrici di felicità, relazioni migliori e maggiore fertilità. Anche in questo caso si tratta di piante molto facili da coltivare, che amano la luce indiretta e hanno bisogno di poca acqua e poco terriccio.