Le vendite crescono nel Black Friday, ma l'online fa la parte del leone

·5 minuto per la lettura

AGI - Il Black Friday spinge le vendite, sebbene a macchia di leopardo lungo il Paese e con una preferenza per i negozi online rispetto a quelli di prossimità. Massimo Torti, segretario generale di Federazione Moda Italia di Confcommercio, appare comunque fiducioso. "La giornata di ieri ha dato buon impulso e attenzione agli acquisti natalizi, anche su prodotti non scontati", spiega all'AGI. "Un dato positivo per i nostri negozi - precisa - in particolare per i multi-brand stretti tra la morsa di fare promozioni e la grande preoccupazione di ridurre il margine di guadagno dopo le gravi perdite del periodo pandemico. L'attenzione mostrata ieri dai consumatori fa ben sperare per gli acquisti natalizi", aggiunge. Ottimista è anche Nico Gronchi, vice presidente vicario di Confesercenti, "E' andata piuttosto bene. La stima che avevamo fatto di una spesa media di 144 euro a persona sembra confermata dai fatti", sottolinea.

Roma, vendite settimanali +20% rispetto al 2020

Le associazioni dei commercianti a Roma stimano un aumento delle vendite superiore al 20% nel corso della settimana del Black Friday, rispetto a quanto registrato lo scorso anno. Ieri la giornata del 'venerdì nero', con forti sconti e ribassi nella Capitale, non ha visto code per gli acquisti fuori dai negozi, complice la pioggia battente caduta in città per tutto il giorno. Un parziale recupero è arrivato oggi con la giornata più soleggiata, con migliaia di romani e turisti che si sono riversati nelle vie del centro storico. 

A Milano, brillano le vie dello shopping

Il Black Friday milanese chiude con un +15% rispetto al 2019. A renderlo noto è il presidente rete associativa vie Confcommercio Milano, Gabriel Meghnagi. Gli acquisti, dice, "sono andati bene. La voglia di acquistare c'è e le maggiori vendite si registrano nell'abbigliamento donne. Sono andate benissimo le vie principali dello shopping a Milano e anche Monza".

Bologna, partenza lenta ma bene l'elettronica

A Bologna, nonostante l'obbligo delle mascherine all'aperto, si è effettivamente vista più gente in giro. Poche però le file davanti ai negozi di abbigliamento, molto più interesse invece per quelli di elettronica e di informatica che da settimane stanno annunciando sconti prolunganti anche su più giorni, fino a una settimana. “A Bologna ieri è partita lenta – conferma all'AGI Marco Cremonini, vice presidente nazionale Federmoda di Confcommercio nonché presidente di Bologna e dell'Emilia-Romagna - e anche le altre province mi hanno riferito di risultati non positivi”.

Puglia, l'online penalizza i negozi di prossimità

L'online, sottolinea Raffaella Altamura, presidente di Confesercenti Città Metropolitana di Bari, “penalizza molto il commercio di prossimità: sono fortunati gli imprenditori che, durante il periodo di pandemia, hanno ottimizzato le loro vendite con le piattaforme online. Ma non tutti si sono adeguati e la grande maggioranza subisce la perdita”. 

Black friday sottotono in calabria, attese deluse

‘Black Friday' sottotono in Calabria, con le aspettative dei commercianti “tradite dalla spesa effettiva”. A tracciare un bilancio è il presidente di Confesercenti Calabria, Vincenzo Farina: “Da quello che testimoniano i nostri associati, non è stato un ‘Black Friday', ma un ‘venerdì rosso'. Le nostre previsioni erano incoraggianti e prima dell'avvio delle promozioni avevamo effettuato un sondaggio che ci aveva indicato una possibile stagione che poteva fare da apripista al periodo di Natale, con una spesa media di circa 140/150 euro. Invece, così non è stato e i negozi sono rimasti pressoché vuoti”, afferma. 

Veneto, negozi pieni e città affollate

Black Friday positivo in Veneto. Nel “venerdì nero” dello shopping negozi pieni, buoni affari per i negozianti e tutte le principali città affollate di persone in cerca di offerte imperdibili. Ma a scagliarsi contro questa moda è Patrizio Bertin, presidente Veneto di Confcommercio: “Otto anni fa era il venerdì, aveva delle regole precise - sottolinea - ma poi tutto è degenerato e i giorni di sconto sono diventati due, tre, una settimana, in alcuni casi quasi un mese. Vendere sempre in sconto, nel mezzo della stagione non ha alcun senso e come categoria stiamo pensando una promozione del negozio di vicinato alternativa che con ogni probabilità riusciremo a lanciare il prossimo anno. Un negozio non può vivere di sconti”.

Sardegna, nessuna corsa agli acquisti

Nonostante gli sconti e le promozioni del Black Friday, tranne qualche eccezione, nei negozi della Sardegna non c'è stata una corsa agli acquisti. Per i rappresentanti regionali di Confcommercio e Confesercenti è, comunque, prematuro fare un bilancio, perché non ci sono ancora dati certi e definitivi. L'impatto di questa iniziativa sulle vendite nei negozi fisici non sarebbe stato, però, particolarmente incisivo. La percezione delle associazioni di categoria dei commercianti è che tante persone abbiano deciso di acquistare online, sulle grandi piattaforme di e-commerce dei colossi specializzati in elettronica e abbigliamento, anticipando anche gli acquisti per i regali di Natale.

Piemonte, avvio tiepido

L'avvio del “venerdì nero” è stato tiepido in Piemonte, anche perché ormai gli sconti si estendono a tutto il weekend con l'appendice del Cyber Monday per gli oggetti tecnologici. Oggi la gente ha affollato le vie del centro e i negozi, ma solo in rari casi - più che altro per mantenere il distanziamento sociale - si sono create file all'esterno degli esercizi commerciali.

A Firenze le attese restano alte

Archiviato in fretta l'esordio sottotono del ‘Black Friday' Firenze ci riprova e confida nel weekend, con il sole ad assecondare i buoni presagi. Le associazioni di categoria rimandano il verdetto finale a lunedì sera, il cosiddetto ‘Cyber Monday' che chiuderà il lungo fine settimana di sconti e promozioni globali. “C'è grande attesa e tanta aspettativa – sottolinea Franco Marinoni, direttore di Confcommercio Toscana - anche se i primi segnali ci dicono che la ricorrenza è stata vissuta meno intensamente del solito. La grande spinta natalizia ancora non c'è stata”.

Campania, il maltempo penalizza le vendite

E' stato letteralmente un venerdì nero per la Campania. La prime cifre raccolta da Confesercenti sul volume di acquisti effettuati nella giornata di ieri raccontano di un effetto quasi nullo del Black friday, fatti salvi gli acquisti online. Complici anche la giornata lavorativa e le avverse condizioni meteo che stanno colpendo tutta la regione, si è registrato un incremento di vendite vicino allo zero per i negozi e intorno all'uno per cento per le catene e i centri commerciali. 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli