L'efficacia del vaccino mRna anti-Covid

·2 minuto per la lettura
Vaccino
Vaccino

Uno studio condotto in California ha confermato che l’efficacia del vaccino mRna contro il Covid cala dopo 6 mesi. La sua efficacia è passata dal 90% di marzo al 65,5% di luglio.

Covid, efficacia del vaccino mRna cala in 6 mesi: lo studio californiano

L’efficacia del vaccino mRna contro il Covid è passato dal 90% di marzo al 65,5% di luglio. A svelarlo un nuovo studio condotto sui lavoratori della sanità dell’Università di San Diego, in California, e pubblicato sul New England Journal of Medicine. Gli autori della ricerca hanno sottolineato che, a partire da metà giugno, in coincidenza con la fine dell’obbligo di indossare le mascherine e la diffusione delal variante Delta, le infezioni sono aumentate rapidamente anche tra le persone che avevano già concluso il ciclo vaccinale.

Covid, efficacia del vaccino mRna cala in 6 mesi: i risultati dello studio

Lo studio ha calcolato l’efficacia del vaccino per ogni mese, da marzo a luglio, tra gli operatori sanitari dell’ospedale in cui a dicembre 2020 era stato registrato un aumento dei contagi. A metà dicembre 2020 è iniziata la somministrazione dei vaccini mRna, a marzo il 76% degli operatori erano completamente vaccinati, percentuale salita all’83% a luglio. Ad inizio febbraio le infezioni sono diminuite, tra marzo e giugno meno di 30 operatori sanitari sono risultati positivi ogni mese. Dal 1 marzo al 31 luglio 227 operatori sanitari dell’ospedale sono risultati positivi al Covid e 130 erano completamente vaccinati. I sintomi si sono manifestati in 109 lavoratori su 130 completamente vaccinati e in 80 dei 90 non vaccinati. Non sono stati segnalati decessi in nessuno dei due gruppi e una persona non vaccinata è astata ricoverata in ospedale con sintomi associati al Covid.

Covid, efficacia del vaccino mRna cala in 6 mesi: diminuisce nel tempo

Lo studio ha fatto notare che in Inghilterra, dove l’intervallo tra le due dosi è stato esteso fino a 12 settimane, l’efficacia del vaccino è rimasta all’88%. “I nostri dati suggeriscono che l’efficacia del vaccino è considerevolmente inferiore contro la variante delta e può diminuire nel tempo dalla vaccinazione” hanno spiegato i ricercatori. Con il passare dei mesi il vaccino diventa sempre meno efficace contro il Covid, con una riduzione della percentuale davvero molto significativa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli