Leonardo DiCaprio ha quasi perso il suo ruolo in «Titanic»: il retroscena di James Cameron

Leonardo DiCaprio stava per perdere il ruolo di Jack in «Titanic».

Parlando con GQ, il regista James Cameron ha rivelato come il Premio Oscar avesse già stregato tutti durante il primo meeting; così la produzione gli chiese di tornare per un provino con Kate Winslet, che era già stata scritturata per la parte di Rose nel colossal del 1997.

Tuttavia, Leonardo si rifiutò di sottoporsi all’audizione, ricevendo un ultimatum da Cameron.

«Pensava che si trattasse di un altro meeting per incontrare Kate. Così gli dissi: “Ok, ora andiamo nell’altra stanza, leggi qualche battuta e io la registro”. E lui rispose: “Intendi che debba leggere?”. E io: “Sì, certo.” E lui: “Io non leggo”. Così gli strinsi la mano e lo ringraziai per essere venuto».

«E lui mi disse: “Aspetta, aspetta. Vuoi dire che se non leggo, non mi date la parte?”. E io gli risposi: "Andiamo, è un film gigantesco che mi sta portando via due anni della mia vita… non voglio mandare tutto a f**** prendendo una decisione sbagliata nel casting. Quindi o leggi o non avrai la parte”».

DiCaprio, seppur controvoglia, accettò di leggere alcune battute.

«Ogni centimetro della sua persona era super negativo, fino a quando ho detto “azione”. Fu lì che si trasformò in Jack», ha rivelato il cineasta. «Il cielo si aprì e sparirono le nuvole nere, persino un raggio di sole illuminò Jack. E fu li che capii: “Ok, è lui”».