I libri per bambini personalizzati di questa autrice ci/vi faranno commuovere

Di Vanessa Perilli
·6 minuto per la lettura
Photo credit: Annie Spratt su Unsplash
Photo credit: Annie Spratt su Unsplash

From Marie Claire

Se come afferma il Piccolo Principe "tutti gli adulti una volta erano bambini, ma solo pochi lo ricordano" è chiaro quanto prezioso sia potere immortalare i momenti salienti dell'infanzia. Consapevole dell'importanza di mantenere sempre viva l'emozione della meraviglia e di catturare negli occhi e nel cuore le esperienze più significative dei primi anni di vita Julia Brizi della Rosa ha deciso di dare vita a un progetto meraviglioso, realizzare libri per bambini personalizzati su commissione. Di origini marchigiane, nata in Italia in un'antica famiglia con una lunga tradizione di storytelling Julia ha iniziato a scrivere in giovane età ispirata dalla cerchia culturale e sociale della sua famiglia. Dopo avere lavorato per anni in importanti agenzie di pubblicità aiutando alcuni dei più noti brand del lusso a raccontare le proprie storie Julia si è poi specializzata in scrittura per l’infanzia e l’arte dello storytelling in differenti culture. Mamma di Mia, 5 anni, e di Pietro, 2 anni, ora vive a Londra dove ha fondato Atellier, un’attività magnifica grazie alla quale lavora con clienti in tutto il mondo per creare la loro storia, ascoltando attentamente per comprendere i personaggi, i sentimenti e i valori che la storia deve trasmettere. Le storie vengono scritte in italiano o in inglese e possono essere tradotte in altre lingue. L'abbiamo (video) intervistata per conoscere meglio com'è nato questo progetto favoloso.

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Cosa ti ha spinto a dare alla luce Atellier?
La meraviglia che è un'emozione tipica dei bambini ma che secondo me tutti dovremmo mantenere anche da adulti. Credo che le esperienze della prima infanzia ci influenzino per tutta la vita. Se dedichiamo del tempo a catturare una storia per i nostri figli o nipoti, la ricorderanno per sempre. I libri illustrati personalizzati sono progettati per essere amati per tutta la vita e apprezzati anche come regali per adulti, possono catturare l'avventura di una vita o una storia d’amore. Le storie possono avere un potere catartico; possono diventare un luogo in cui trovare calore, conforto e risposte quando è più necessario, anche per gli adulti.

Per chi sono creati i libri di Atellier?
Per i bambini sicuramente, ma in generale per chiunque ami le storie. Sono creati per essere il regalo perfetto per ogni età, da conservare e tramandare a figli e nipoti ed essere apprezzati per generazioni. I clienti possono anche acquistare altre "meraviglie" per ricreare il magico universo della storia fuori dal libro per esempio biancheria da letto di alta qualità, carta da parati dipinta a mano, giocattoli vintage e bambole che riproducono scene o personaggi del libro realizzati dai migliori artigiani.

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Come nasce un libro illustrato su commissione?
L'intero processo può essere un'esperienza formativa e interessante per il cliente, che può decidere di essere più o meno coinvolto. Incontro il cliente per capire cosa ha in mente e/o trascorro del tempo con la famiglia per conoscere le persone che diventeranno personaggi. Una volta raccolte informazioni ed emozioni le elaboro e propongo due o tre strade. Una volta che il cliente avrà scelto una di queste strade passo alla stesura del racconto e alla scelta dell'illustratore di talento che accompagnerà le parole, della carta più raffinata fino alle rifiniture artigianali. Ogni libro è una creazione unica e costruita passo passo con amore. I clienti possono scegliere qualsiasi inchiostro, anche quelli che si illuminano al buio, formato, carta e rifiniture per esempio stampa a caldo, in rilievo, copertine rilegate in tessuto o altri materiali preziosi. Ora mi sto rivolgendo a una legatoria marchigiana con sede a Londra che ha il patrocinio della Regina. Nel libro poi si possono inserire lettere o messaggi nascosti. Lavoriamo anche con linguistic editor, cultural editor e con poeti qualora il cliente volesse inserire una o più poesie nel proprio libro. È un prodotto di lusso che nasce con l'intento di durare nel tempo. Più o meno ci vogliono tre mesi per realizzare un libro illustrato personalizzato che di solito consta di 30/40 pagine e utilizzando intorno alle dieci tavole illustrate per libro e le migliori rilegature il prezzo non può essere inferiore ai 7 mila euro. Al cliente vengono date di solito due copie, una copia per il destinatario e una per chi lo dona.

Cos'è per te la narrazione?
Attraverso di essa possiamo preservare la storia e i valori familiari, condividere sogni e ambizioni, spiegare una situazione difficile: le possibilità sono infinite. Le nostre storie possono essere interamente ispirate alla realtà o un racconto di fantasia o un ibrido delle due. Ogni storia può includere luoghi e tradizioni familiari, un modo di dire che si usa in famiglia, un ricordo di una vacanza o un ritratto di una persona speciale.

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Qual è stato finora il libro più emozionante che hai realizzato?
Sono legata e affezionata a tutti perché ognuno mi ha insegnato qualcosa e so che ha contribuito ad aiutare qualcuno a superare piccole o grandi difficoltà o a conoscere parti di storia della propria famiglia che non ha potuto vivere perché non ancora nato o lontano. In un racconto per esempio ho trasformato un bullo in una scimmia e una falsa amica in un pappagallo, in un'altra ho mostrato a due gemellini i luoghi dove aveva lavorato la loro mamma, un'avvocato internazionale, prima del loro arrivo, in un'altra ancora ho spoilerato alcune meraviglie di New Orleans a una famiglia londinese che vi si stava per trasferire.

Chi decide di regalare un racconto illustrato su commissione?
Le mamme, ma anche i papà e i nonni. I motivi che li spingono a fare questo dono sono di solito volere aiutare il bambino ad affrontare con serenità un momento importante o difficile della propria vita oppure lasciare un ricordo di sé.

Quali sono le storie che hanno segnato la tua infanzia?
Più delle storie classiche i racconti della mia famiglia. Avevo una nonna slava che quando non poteva essere presente alle feste dei miei compleanni o di altre ricorrenze mi scriveva per esempio per raccontarmi com'era Las Vegas. Mio padre ma anche molti amici di famiglia che viaggiavano molto mi raccontavano com'era per esempio la Russia o il Sud America.

Progetti per il futuro?
Mi piacerebbe estendere il progetto Atellier in ambito aziendale. Penso che un libro illustrato sarebbe un bel regalo per un collega che cambia lavoro o che ha avuto una promozione. Poi vorrei coinvolgere nella realizzazione dei libri anche gli allievi e i diplomati del master di illustrazione Ars in Fabula di Macerata. Vorrei che nel progetto ci fosse anche una parte di creatività italiana.

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo