Liliana Segre: "Io Nobel per la pace? No grazie"

(Photo by Mairo Cinquetti/NurPhoto via Getty Images)


Liliana Segre si è rifiutata di accettare la candidatura (proposta inizialmente dal sindaco democratico di Pesaro Matteo Ricci, appoggiato dal segretario del Pd Nicola Zingaretti e dalla presidente del Senato Elisabetta Casellati) al premio Nobel per la pace.

"Bisogna dare i Nobel a chi li merita veramente, non a una cittadina molto più semplice come sono io. Lasciamo i Nobel ai Nobel", ha affermato la senatrice a vita, giunta ad Alba (Cuneo) per ricevere il riconoscimento "Tartufo dell'anno 2019", nel 70esimo anniversario dell'assegnazione della medaglia d'oro al valore militare della città simbolo della Resistenza. 



"Gli odiatori, i critici, li ignoro. Scelgo sempre di prendere la parte positiva, quella che in ognuno di noi c'è, quella che prendo sempre ad esempio", ha detto ancora la Segre. "Quando parlo con gli studenti non parlo mai di cose negative, parlo sempre di forza, ottimismo, speranza di andare avanti. E se parlo così da nonna vuol dire che lo sento, perché sono una nonna", ha concluso.


GUARDA IL VIDEO: Chi è Liliana Segre