Lisa Marie Presley ricorda il figlio: «La mia vita distrutta dopo la sua morte»

Lisa Marie Presley è una madre distrutta dal dolore.

Nel National Grief Awareness Day negli Stati Uniti, la cantante ha ricordato il figlio Benjamin Keough, morto suicida nel luglio 2020 all’età di 27 anni.

Descrivendo la scomparsa del ragazzo come «il più terribile degli incubi», Lisa ha scritto: «La mia vita e quella delle mie tre figlie come voi sapete sono state completamente detonate e distrutte dalla sua morte. Viviamo questo ogni singolo giorno».

«Dico questo, in questo particolare giorno, il National Grief Awareness Day, nella speranza che si possa diffondere consapevolezza sul lutto e la perdita», ha scritto in una lettera, pubblicata da People. «Dopo che questo giorno passerà, per tutti voi, amici miei, che avete perso un caro, ogni giorno è un giorno di lutto. Dico questo, nella speranza che possa aiutare qualcuno che sta soffrendo, come io e le mie figlie stiamo facendo».

La 54enne, figlia di Elvis e Priscilla Presley, ha deciso di andare avanti per il bene delle figlie Riley, 33, e le gemelle Finley e Harper, 13.

«È l’unica scelta che abbiamo. Una scelta che prendo ogni giorno e che mi costa tanto… Continuo perché mio figlio ha detto nei suoi ultimi momenti che prendersi cura delle sue sorelline era in prima linea nelle sue preoccupazioni e nella sua mente. Le adorava assolutamente e loro lui».

Lisa ha poi ammesso di essersi sentita «giudicata» dopo la morte di Benjamin e di essersi «fatta del male cronicamente e instancabilmente, incolpandosi giorno per giorno» per la tragedia.

Ora la cantante frequenta dei gruppi di sostegno per genitori in lutto, dopo che tutti i suoi parenti si sono «dileguati» dopo il terribile fatto.