Live-Non è la D’Urso, Bracconeri a Raffaella Fico: “Voi state male!”

Fabrizio Bracconeri Raffaella Fico

Toni accesi tra Fabrizio Bracconeri e Raffaella Fico nello spazio che Live-Non è la D’Urso ha dedicato alle discriminazioni.

Fabrizio Bracconeri vs Raffaella Fico

Il primo, già accusato di razzismo dopo alcune dichiarazioni, si è chiesto perché una persona che chiede il rispetto delle regole debba essere definito tale. “Non si può insultare un calciatore di colore che ti danno del razzista”, ha affermato riferendosi al caso Balotelli, vittima di presunti cori razzisti durante la partita contro l’Hellas Verona.

La Fico, madre della figlia del calciatore, ha però replicato che ci sono modi e modi per insultare una persona e che il colore della pelle esula dal dare un calcio al pallone. Parole che hanno acceso ancora di più i toni e fatto andare su tutte le furie Bracconeri. Quest’ultimo ha spiegato di essere sposato con una donna straniera e di avere un figlio handicappato che purtroppo ha dovuto fare il conto con episodi discriminatori. Nonostante ciò non ha dato del razzista a nessuno.

Ma ha detto di più, tornando nel campo calcistico. Ha fatto l’esempio della madre di Zaniolo, un giocatore della Roma, torturata tutte le domeniche dai tifosi delle squadre avversarie. “Nessuno dice che sono razzisti! Se io dovessi schierarmi contro un calciatore di colore chiedono la sospensione della partita per razzismo, voi state male! Confondete le cose!” ha inveito duramente.

La donna però non ci sta e ha continuato a ribadire che il “buu” si può fare, “ma da qua a dire scimmia e qualcos’altro è totalmente diverso!“. Un giocatore a suo dire va insultato per come gioca e non per la sua provenienza, per il colore della pelle o per quello che rappresenta. E conclude ritenendo sbagliatissime le parole espresse da Fabrizio per poi scontrarsi con Alessandro Meluzzi, anch’egli presente in studio.