Lo studio del Regno Unito

·1 minuto per la lettura
variante Omicron
variante Omicron

Uno studio del Regno Unito ha svelato che tre segnali classici del Covid sono spariti ma un nuovo sintomo è la mancanza di appetito.

Variante Omicron, spunta un nuovo sintomo: la mancanza di appetito

I dati dell’app Zoe, sistema che analizza la diffusione del Coronavirus nel Regno Unito, ha svelato che tre dei segnali classici della malattia sono scomparsi, ma è emerso un nuovo sintomo. Freddo, tosse e perdita di olfatto e gusto non sono più sintomi frequenti del Covid. Nella maggior parte delle persone sono completamente spariti con l’arrivo della variante Omicron. È emerso, però, un nuovo sintomo con la nuova variante, ovvero la mancanza di appetito.

Variante Omicron, spunta un nuovo sintomo: i segnali principali

I dati britannici, come riportato da Le Soir, mostrano i segnali principali dell’infezione da Omicron, ovvero mal di testa, naso che cola, stanchezza, starnuti e mal di gola. I tre sintomi classici della variante Delta, ovvero febbre, tosse e perdita di olfatto e gusto, sono diventati molto più rari. La ricerca si basa sull’analisi dei dati più recenti sul territorio di Londra e ha rivelato che il nuovo sintomo è la perdita di appetito.

Variante Omicron, spunta un nuovo sintomo: “Per la maggior parte delle persone è un raffreddore”

I siti web ufficiali indicano ancora che l’insorgenza improvvisa di una forte tosse, febbre e perdita dell’olfatto e del gusto sono i principali segni di un’infezione da coronavirus. E quindi un’indicazione per mettersi alla prova e isolare” ha dichiarato il professor Tim Spector sul Guardian. “Al contrario, per la maggior parte delle persone affette da Omicron, la malattia è avvertita come un raffreddore e inizia con naso che cola, mal di gola e mal di testa. Per salvare vite umane, è urgente e necessario aggiornare la comunicazione” ha aggiunto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli