Lonza, vende attività chimiche per 4,2 mld franchi a consorzio Bain Capital-Cinven

·1 minuto per la lettura

Il colosso farmaceutico svizzero Lonza ha finalizzato la vendita delle sue attività chimiche: il comparto "Specialty Ingredients" è stato venduto per 4,2 miliardi di franchi a un consorzio di investitori formato dalla statunitense Bain Capital e dall'inglese Cinven. La società elvetica si concentrerà ora sul ramo farmaceutico, con l'obiettivo di diventare ancora più redditizia. La notizia era già stata resa nota lo scorso febbraio: "Dall'annuncio della nostra cessione abbiamo fatto progressi significativi nel consolidare la nostra nuova struttura e identità", ha detto il presidente del gruppo renano, Albert Baehny, in un comunicato.

L'unità "Specialty Ingredients" impiega attualmente circa 2'800 persone in 17 siti di produzione e 11 centri di ricerca. L'anno scorso, le sue vendite sono diminuite del 2,1% a 1,68 miliardi di franchi, mentre quelle dell'attività farmaceutica sono aumentate. Il margine operativo del 19,2% era ben al di sotto di quello del settore farmaceutico. Come annunciato a febbraio, la transazione sarebbe dovuta andare in porto nella seconda metà del 2021, una volta ottenuto il via libera dalle autorità. La vendita si inserisce in un orientamento strategico annunciato già la scorsa estate. Lonza negli ultimi mesi ha fatto buoni affari nel comparto farmaceutico: il segmento si è dimostrato resistente all'impatto della pandemia. Come si ricorderà la società produce fra l'altro principi attivi per il vaccino anti-Covid dell'americana Moderna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli