Lory Del Santo e la scomparsa del figlio: ‘Due secondi prima non sarebbe successo’


Lory Del Santo ha parlato della scomparsa del figlio Conor in un’intervista rilasciata a ‘Il Corriere della Sera’. L’attrice ha spiegato di pensare che il destino sia una questione di “secondi”.
Il piccolo, frutto dell’amore con il musicista Eric Clapton, è morto a soli 4 anni a causa di una caduta accidentale dall’appartamento in cui la madre viveva in un grattacielo di New York, nel 1991. “Il destino è fatto di secondi. Due secondi prima, non sarebbe successo. Chi sa quante volte per due secondi le cose invece non sono accadute e magari sono rimasta viva io”, ha fatto sapere Lory.
“Ora, vado avanti pensando: ci sono ancora. Se no, entri in depressione e non ne esci più. È come essere seppellito vivo, ti buttano col badile la terra sopra e tu vedi tutto, ma quando vanno via tu, con un dito, riesci a liberarti. Vedo questa immagine di continuo. Vedo che, nonostante tutto, tiro fuori le dita e sopravvivo”, ha affermato Lory.
Nel 2020 Lory ha perso anche il figlio Loren, che si è tolto la vita a Miami a soli 21 anni. Aveva l’anedonia: “Gliel’hanno diagnosticata postuma. Io ho sempre solo pensato che fosse speciale, perché era bravo, buono, non si è mai drogato o avuto brutte amicizie. Come potevo immaginare una malattia mentale? A scuola, gli insegnanti mi dicevano: sta sempre da solo, ma è bravo. L’unica anormalità era che era troppo intelligente: parlava poco, ma se parlava, diceva cose fulminanti”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli