Luca Guadagnino: tre nomination agli Spirit Awards per «Bones and All»

Esce oggi, mercoledì 23 novembre il film «Bones and All» di Luca Guadagnino, road movie con Taylor Russell e Timothée Chalamet, due giovani amanti alle prese con il cannibalismo.

La pellicola distribuita da Vision, è stata candidata per il miglior lungometraggio, la migliore interpretazione protagonista per Taylor Russell e la migliore interpretazione non protagonista per Mark Rylance.

La trama ufficiale riporta la descrizione della disturbata storia adolescenziale di una coppia alle prese con il primo amore: Maren, una ragazza che sta imparando a sopravvivere ai margini della società, e Lee, un vagabondo dai sentimenti profondi. I due si incontrano e intraprendono un’odissea lunga mille miglia che li porterà attraverso le strade secondarie, i passaggi segreti e le botole dell’America di Ronald Reagan. A dispetto degli sforzi profusi, tutte le strade riconducono al loro terrificante passato e a un’ultima battaglia che determinerà se il loro amore potrà sopravvivere alla loro alterità.

A conquistare il podio con il maggior numero di nomination però è stato il blockbuster d'essai «Everything Everywhere All at Once», con Michelle Yeoh, Ke Huy Quan, Jamie Lee Curtis e Stephanie Hsu. 7 candidature se le è invece aggiudicato «Tàr» di Todd field con Cate Blanchett.

La cerimonia degli Independent Spirit Awards si terrà il 4 marzo 2023 presso la spiaggia del Santa Monica Pier.

Qui di seguito, tutti i nominati annunciati.

MIGLIOR FILM

Bones and All

Everything Everywhere All At Once

Our Father, the Devil

Tár

Women Talking

MIGLIOR OPERA PRIMA

Aftersun

Emily the Criminal

The Inspection

Murina

Palm Trees and Power Lines

PREMIO JOHN CASSAVATES – Al miglior film sotto il milione di euro di budget

The African Desperate

A Love Song

The Cathedral

Holy Emy

Something in the Dirt

MIGLIOR REGISTA

Todd Field, Tár

Kogonada, After Yang

Daniel Kwan & Daniel Scheinert, Everything Everywhere All At Once

Sarah Polley, Women Talking

Halina Reijn, Bodies Bodies Bodies

MIGLIOR SCENEGGIATURA

Lena Dunham, Catherine Called Birdy

Todd Field, Tár

Kogonada, After Yang

Daniel Kwan & Daniel Scheinert, Everything Everywhere All At Once

Sarah Polley, Women Talking

MIGLIOR PRIMA SCENEGGIATURA

Joel Kim Booster, Fire Island

Jamie Dack, Audrey Findlay, Story by Jamie Dack, Palm Trees and Power Lines

K.D. Dávila, Emergency

Sarah DeLappe, Story by Kristen Roupenian, Bodies Bodies Bodies

John Patton Ford, Emily the Criminal

MIGLIOR PERFORMANCE PROTAGONISTA

Cate Blanchett, Tár

Dale Dickey, A Love Song

Mia Goth, Pearl

Regina Hall, Honk for Jesus. Save Your Soul.

Paul Mescal, Aftersun

Aubrey Plaza, Emily the Criminal

Jeremy Pope, The Inspection

Andrea Riseborough, To Leslie

Taylor Russell, Bones and All

Michelle Yeoh, Everything Everywhere All At Once

MIGLIOR PERFORMANCE NON PROTAGONISTA

Jamie Lee Curtis, Everything Everywhere All At Once

Brian Tyree Henry, Causeway

Nina Hoss, Tár

Brian d’Arcy James, The Cathedral

Ke Huy Quan, Everything Everywhere All At Once

Trevante Rhodes, Bruiser

Theo Rossi, Emily the Criminal

Mark Rylance, Bones and All

Jonathan Tucker, Palm Trees and Power Lines

Gabrielle Union, The Inspection

MIGLIOR PERFORMANCE RIVELAZIONE

Frankie Corio, Aftersun

Gracija Filipović, Murina

Stephanie Hsu, Everything Everywhere All At Once

Lily McInerny, Palm Trees and Power Lines

Daniel Zolghadri, Funny Pages

MIGLIOR FOTOGRAFIA

Florian Hoffmeister, Tár

Hélène Louvart, Murina

Gregory Oke, Aftersun

Eliot Rockett, Pearl

Anisia Uzeyman, Neptune Frost

MIGLIOR MONTAGGIO

Ricky D’Ambrose, The Cathedral

Dean Fleischer Camp, Nick Paley, Marcel the Shell with Shoes On

Blair McClendon, Aftersun

Paul Rogers, Everything Everywhere All At Once

Monika Willi, Tár

MIGLIOR DOCUMENTARIO

All That Breathes

All the Beauty and the Bloodshed

A House Made of Splinters

Midwives

Riotsville, U.S.A.

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

Corsage (Austria/Luxembourg/France/Belgium/Italy/England)

Joyland (Pakistan/USA)

Leonor Will Never Die (Philippines)

Return to Seoul (South Korea/France/Belgium/Romania)

Saint Omer (France)