Luisa Ranieri: ‘Napoli è aggressiva, ma ho il bisogno di tornarci’


Luisa Ranieri durante un'intervista rilasciata a "Sette", inserto de "Il Corriere della Sera", ha parlato delle sue origini partenopee.
L'attrice è infatti nata a Napoli ma ha poi vissuto a Milano e Parigi, mentre oggi si è stabilita a Roma.
"Sono andata via dalla mia Napoli a 20 anni. Prima a Milano, poi a Parigi e alla fine mi sono fermata a Roma. Affascinata dal teatro non ho finito gli studi di giurisprudenza che avevo iniziato e non ho più ripreso", ha raccontato.
La moglie di Luca Zingaretti, che al momento si trova in Puglia per girare la nuova stagione di "Lolita Lobosco", ha così continuato: "Napoli è aggressiva, ruggisce. Non a caso da quell’atmosfera di contrasti anche violenti sono emersi scrittori, registi, personalità artistiche. Il dramma inevitabilmente forgia. Napoli è un unicum di colori, caos, vitalità ma è anche una città feroce".
Luisa ha anche ammesso di provare sempre un po’ di paura quando torna nella sua città d’origine. "Quando ci vado ho nelle prime 48 ore quasi una sensazione di paura e poi quando mi allontano sento il bisogno di tornare", ha confidato.
La 48enne ha poi concluso: "Tutto è amplificato: il traffico, la gente che urla, come ci si veste e come ci si muove. Anche la gentilezza è più cruda, non ha tratti borghesi. Penso che Napoli non sia replicabile, non è globalizzabile".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli