L'umanità è pronta a viaggiare su treni supersonici?

Di Carla Amarillis
·2 minuto per la lettura

From ELLE Decor

Il 9 novembre è stato un grande giorno per il futuro del trasporto pubblico, con il trasporto dei primi passeggeri sull’innovativo pod Pegasus di Virgin Hyperloop progettato da BIG-Bjarke Ingels Group e Kilo Design, un veicolo di trasporto autonomo che viaggia a oltre mille chilometri orari (per fare un esempio: viaggiando su un Hyperloop potremmo raggiungere Napoli da Milano in meno di un’ora). Di fatto, il sistema di trasporto terrestre più veloce mai esistito.

Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop
Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop

La prova, avvenuta nel deserto del Nevada, è avvenuta dopo oltre un anno di lavoro e 400 test senza passeggeri, sotto lo sguardo attento di un certificatore ISA (Independent Safety Assessor) riconosciuto dal settore.

I veicoli finali del Virgin Hyperloop saranno progettati per trasportare fino a 28 passeggeri all’interno di una sorta di nave pressurizzata immaginata sia all’interno che all’esterno come un sistema radicalmente nuovo, a partire dal design uniforme che coinvolge tutta la capsula.

Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop
Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop
Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop
Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop

“Poiché il viaggio Hyperloop avviene in un ambiente vicino al vuoto, la necessità di aerodinamica diventa minima” ci spiegano dallo studio BIG, “portando a un design elegante senza la necessità di caratteristiche aerodinamiche. Questo ambiente rende il sistema di trasporto molto più efficiente dal punto di vista energetico rispetto al trasporto ferroviario tradizionale. È progettato con levitazione magnetica ed evita il trascinamento delle ruote, consentendo la massima velocità per spostare il numero massimo di passeggeri o merci. I pod Pegasus si muovono anche individualmente, con un alto tasso di arrivi e partenze che consente viaggi su richiesta”.

Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop
Photo credit: Courtesy Virgin Hyperloop

Le “prese d’aria” anteriori funzionano anche come gradini per la salita e la discesa dei passeggeri, mentre il fronte finestrato permette di godere dello spettacolo di un viaggio a velocità supersonica all’interno di una capsula che sembra arrivata dallo spazio.

L’interno di 6 mq è costruito dando priorità alla sicurezza e al comfort degli occupanti, con le necessarie attrezzature di sicurezza e controlli integrati negli elementi d’arredo, come le sedute e i braccioli che servono anche come ausilio per l'ingresso e l'uscita e come deposito per attrezzature di sicurezza, flusso di ossigeno e illuminazione.