L'unica good news di oggi è la moneta da 2 euro dedicata a medici e infermieri in arrivo nel 2021

Di Elisabetta Moro
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Emanuele Perrone - Getty Images
Photo credit: Emanuele Perrone - Getty Images

From ELLE

Ce le ricordiamo, vero, le foto di questa primavera? I segni sui visi di medici e infermieri stremati che ogni giorno rischiavano per andare al lavoro e salvare delle vite nel pieno della pandemia, le testimonianze dei turni infiniti, degli ospedali strapieni, del dolore delle perdite e dell'ansia del contagio. Sì, ora ce le abbiamo chiare in mente, ma si sa - l'abbiamo visto - si fa in fretta a dimenticare i periodi bui quando poi torna la luce. E invece medici e infermieri non vanno dimenticati, nemmeno quando sarà tutto finito, specie perché sono tanti (più di 300 in totale in Italia) i membri del personale medico che hanno perso la vita a causa del Covid-19 mentre svolgevano il loro lavoro. Così è stato deciso di cristallizzare la nostra gratitudine, non attraverso un monumento, ma tramite qualcosa di ancora più tangibile, letteralmente sotto gli occhi di tutti ogni giorno. Nel corso del 2021 sarà coniata una nuova moneta da 2 euro dedicata a medici, infermieri e al personale sanitario in prima linea nella lotta al coronavirus. È una good news che commuove e rende giustamente onore.

L’annuncio della realizzazione della moneta celebrativa è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 10 dicembre 2020 e prevede l'emissione di tre milioni di esemplari (per un totale di sei milioni di euro, ndr) che non saranno quindi solo pezzi da collezione (anche se non potranno mancare nelle mani dei veri collezionisti), ma avranno regolare corso e finiranno nei nostri portafogli a ricordarci negli anni che verranno quello che è stato fatto per la pandemia. Una moneta, quindi, creata ad hoc per tenere viva la solidarietà come motore silenzioso che anima la nostra società (e di questi tempi l'abbiamo ben visto).

Sulla moneta saranno raffigurati un uomo e una donna, entrambi con il camice e la mascherina: lui avrà una cartella clinica sotto il braccio, lei uno stetoscopio al collo e le braccia conserte. Sopra di loro si leggerà un "grazie" in stampatello con un cuore, un po' come le scritte che di questi tempi si vedono in giro per la città, sui muri o sulle finestre delle case, colorate dai bambini. Sulla sinistra ci sarà una croce stilizzata mentre in basso l'anno di emissione, ovvero il 2021. "Un gesto semplice ma significativo, che dà simbolicamente valore all’impegno dei medici e degli altri operatori sanitari nella pandemia di Covid", ha dichiarato al Corriere della Sera Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, "Un impegno volto a salvare ogni vita perché ogni vita conta. Conta fino al punto che sono 264 i medici che in questi mesi l’hanno donata per salvare quella degli altri. Perché nessuno può essere lasciato solo".

Photo credit: Simona Granati - Corbis - Getty Images
Photo credit: Simona Granati - Corbis - Getty Images

Anche in Francia è stata presa un'iniziativa simile con 310 mila monete da due euro dedicate al personale medico. A differenza di quelle italiane, però, sono state destinate unicamente ai collezionisti che hanno potuto acquistare dei blister commemorativi donando parte del ricavato alla ricerca. Qui da noi, invece, l'idea è quella di far circolare la gratitudine e mantenere vivo il ricordo, non tanto del dolore di questo anno estremamente difficile, quanto di tutto quello che è stato fatto in questi mesi con impegno, dedizione e sacrificio.