Lutto nel mondo della moda: è morto lo stilista Alber Elbaz

·1 minuto per la lettura

A soli 59 anni si è spento lo stilista Alber Elbaz.

Il fashion designer, direttore creativo di Lanvin dal 2001 al 2015, è morto a Parigi, dopo aver lottato contro il Covid-19.

A confermare la triste notizia è stato Johann Rupert, direttore di Richemont, la holding svizzera della joint venture AZ Factory che Elbaz aveva avviato qualche mese fa.

«È con enorme shock e tristezza che apprendo la notizia della morte improvvisa di Alber - ha dichiarato Rupert -. Alber era considerato una delle figure più brillanti e amate del suo settore. Sono sempre stato catturato dalla sua intelligenza, sensibilità, generosità e irrefrenabile creatività. Era un uomo di un calore e un talento eccezionale e la sua visione unica, il suo senso della bellezza e la sua empatia lasciano un ricordo indelebile».

«Alber mancherà molto a tutti noi che abbiamo avuto la fortuna di conoscerlo o di lavorare con lui. A nome di tutti i miei colleghi di Richemont e AZ Factory, desidero porgere le mie più sincere condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici. Vorrei aggiungere una nota personale: ho perso non solo un collega ma un caro amico. Riposa in pace Alber».

Nato in Marocco, Elbaz e la sua famiglia emigrarono in Israele quando lo stilista aveva appena 10 anni.

Nel 1985, Alber si trasferì a New York dove ricevette gli insegnamenti di Geoffrey Beene. Ha lavorato per Guy Laroche e Yves Saint Laurent, ma i traguardi e i riconoscimenti internazionali più importanti li ha conseguiti durante periodo alla guida della maison parigina Lanvin, che lasciò improvvisamente nel 2015 per divergenze con il principale azionista della compagnia, Shaw-Lan Wang.

Ha vestito star come Meryl Streep, Natalie Portman, Emma Stone, Julianne Moore e Kerry Washington.

Lascia il compagno di una vita Alex Koo.