Ma cos'è questa storia delle scarpe di Belen Rodriguez che in realtà non sono sue?

Di Redazione Digital
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images
Photo credit: Pascal Le Segretain - Getty Images

From ELLE

Che belle le scarpe di Belen Rodriguez! Peccato che siano state rubate. Chiariamoci, non le ha sfilate direttamente dai piedi di qualche collega, si tratta piuttosto di un furto social, di cui si sono accorti i follower della showgirl. Lo scatto incriminato risale al 10 gennaio e nell'inquadratura si vedono le gambe e un paio di décolletées nere della maison The Attico. Le scarpe di Belen Rodriguez sono la chicca sensuale da cocktail, la scarpa con tacco perfetta per completare un look dress to impress: hanno la punta sottile e allungata, tacco a spillo con dettaglio bianco e chiusura a laccio intrecciata appena dietro la caviglia. La didascalia parla chiaro: "Sulle mie scarpe...... 🤍" lasciando pochi dubbi sul fatto che lo scatto sia un originale della showgirl. Ma ai più attenti non sono sfuggite alcune (parecchie) discrepanze.

La prima: sulla caviglia incriminata manca il tatuaggio a fiore di Belen, uno dei tanti che, farfalla a parte, la contraddistinguono senza ombra di dubbio. A quel punto qualcuno ha approfondito la ricerca, scoprendo che quella stessa identica foto è stata pubblicata in data 11 aprile 2020 dall'influencer russa Maya Zaboshta. Peso piuma da poco più di 200 mila follower, se paragonata ai 9 milioni di Belen, e quindi scelta appositamente come "vittima del furto" per farla franca, dicono gli smaliziati.

Sul profilo Instagram di Belen Rodriguez si sono scatenate le critiche, a partire dal commento di Maya Zaboshta che ha confermato la teoria del complotto scrivendo sotto al post un caustico: "È la mia foto". Così l'influencer nostrana si è trovata nell'occhio del ciclone, tuttavia per ora sembra non voler commentare in nessun modo l'accaduto. Ma a questo ci pensano i suoi follower e quando qualcuno nei commenti chiede: "Che belle, dove le hai prese?" altri rispondono: "Da un'altra! Piedi compresi".