Mac Miller e la morte per overdose: un altro pusher si dichiara colpevole

·1 minuto per la lettura

Un altro pusher che fornì droga al rapper Mac Miller ha accettato il patteggiamento.

Ryan Reavis si è dichiarato colpevole di aver ceduto del fentanyl al rapper nel tentativo di scontare solo metà della condanna prevista, fissata in 20 anni di detenzione.

Reavis, che è stato arrestato in Arizona nel 2019, è accusato di aver consegnato pillole di ossicodone al fentanil al presunto spacciatore di Miller, Cameron Pettit.

Stephen Walter, che si è recentemente dichiarato colpevole di aver distribuito del fentanyl, era il cervello dietro l'accordo.

Pettit deve ancora accettare il patteggiamento e il suo caso resta in stand by.

Miller è morto nel settembre 2018 per overdose.

Per Stephen Walter, i pubblici ministeri hanno chiesto una condanna a 17 anni di carcere e cinque anni di libertà vigilata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli